Salta al contenuto principale

Il business dell'accoglienza migranti: affidamento senza selezione in cambio di assunzioni

Basilicata
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il tribunale di Potenza
Tempo di lettura: 
0 minuti 34 secondi

POTENZA – Il servizio di accoglienza dei migranti affidato a una cooperativa sociale senza una procedura selettiva - in cambio di assunzioni di amici e persone vicine alla politica - con un titolare di progetto fittizio e senza le professionalità previste dalle indicazioni del Ministero. Sono alcuni dei particolari di un'indagine della Procura di Potenza che ha portato al divieto di dimora disposto per il sindaco di Muro Lucano (Potenza), Gerardo Mariani, per due assessori e per un consigliere comunale del centro lucano. I dettagli dell'inchiesta, con le indagini svolte dai Carabinieri, sono stati illustrati stamani a Potenza, nel corso di una conferenza stampa, dal Procuratore di Potenza, Luigi Gay, e dal pm Veronica Calcagno.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?