Salta al contenuto principale

Maltrattamenti, misure cautelari ai Padri Trinitari di Venosa: obbligo di dimora per un sacerdote | I NOMI - VIDEO

Basilicata
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il tribunale di Potenza
Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

POTENZA - In mattinata i carabinieri del Nas dei carabinieri hanno eseguito un'ordinanza di misure cautelari del gip di Potenza per 15 persone nell'ambito di un'inchiesta per matrattamenti sui pazienti del Centro di riabilitazione per disabili dei Padri Trinitari di Venosa.

Ai domiciliari sono finiti: Giovanni Adorno, Bartolomeo Genosa, Salvatore Marilli e Michele Mollica (assistenti ai disabili); Vincenzo Briscese, Filippo D'Argenzio, Sergio Di Tria, Rocco Divietri (educatori).

GUARDA IL VIDEO

Divieto di dimora a Venosa per Sebastiano Paradiso, Michele Pugliese, Donato Santoliquido (educatori) e Gerardo Michele Pepe (coordinatori educatori e assistenti). Divieto di dimora a Venosa e Bernalda per padre Angelo Cipollone (direttore e legale rappresentante dell'Istituto "Ada Ceschin Pilone"). Sospensione dalla professione per Michele Germano (neuropsichiatra infantile) e Francesco Mango (chirurgo specializzato in psicologia clinica).

"Le intercettazioni video - è scritto in una nota diffusa dalla Procura di Potenza - hanno consentito di disvelare una maltrattamenti consistiti in percosse quali calci, pugni, schiaffi e trascinamenti dei pazienti a terra".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?