X

Mezzi dell'Asp impegnati nei soccorsi durante la pandemia

Tempo di lettura < 1 minuto

POTENZA – Sono stati trasferiti nei giorni scorsi all’ospedale militare Celio di Roma alcuni dei migranti arrivati il 15 luglio per l’accoglienza in due strutture di Potenza e Irsina: si tratta di 11 stranieri ospitati nel capoluogo lucano.

Sono 39 i bengalesi risultati positivi al tampone del coronavirus dopo i test effettuati in Basilicata. Invece dopo lo sbarco a Lampedusa, avvenuto l’11 luglio, i test sierologici avevano dato esito negativo. La task force regionale per l’emergenza sanitaria attende di conoscere con esattezza il numero degli stranieri trasferiti. Aggiornando il bollettino, sono risultati negativi i 273 tamponi effettuati sabato e ieri.

I dati del bollettino della task force regionale riguardano solo ed esclusivamente i lucani residenti con tampone positivo registrato in Basilicata: i casi Covid lucani sono 2, in isolamento domiciliare, mentre le persone guarite sono 373 e quelle decedute 28. Vengono conteggiati a parte gli stranieri contagiati presenti nella regione lucana: due donne straniere provenienti dalla Moldavia, entrambe ricoverate a Potenza nel reparto di malattie infettive; altri quattro stranieri in isolamento domiciliare.

Inoltre nel bollettino non vengono conteggiati due lucani, in quarantena domiciliare in Basilicata, con tampone effettuato rispettivamente in Emilia Romagna e in Puglia. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati esaminati 45.979 tamponi, di cui 45.412 risultati negativi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares