X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

POTENZA – E’ salito a quattro il numero degli operai dello stabilimento Fca di Melfi risultati positivi al Covid 19. La notizia è stata comunicata ieri sera dall’azienda all’Asp di Potenza dal momento che si tratta di un paziente residente in Puglia, che aveva lavorato alla fase di riavvio dello stabilimento fino al giorno di riapertura dei cancelli dopo la pausa estiva, lunedì 24 agosto.

In giornata dovrebbero essere effettuati i tamponi a 4 colleghi con cui l’uomo sarebbe stato in contatto. Come pure agli amici del ventenne potentino risultato positivo al covid 19 venerdì sera, dopo aver giocato una partita di calcetto.

Tra sabato e domenica, infatti, sono stati soltanto 277 i tamponi processati dai laboratori al servizio della macchina lucana di contrasto alla pandemia contro i 692 di venerdì. Un rallentamento dovuto al ripristino di turnazioni e festività ordinarie in seguito alla fine della “fase calda” della crisi sanitaria, che con l’impennata di casi legata al rientro delle vacanze e l’imminente riapertura delle scuole rischia di essere un lusso al di sopra delle possibilità anche di una regione appena sfiorata dall’emergenza come la Basilicata. D’altronde domenica il dato dei tamponi lucani è stato l’unico nemmeno comunicato alla protezione civile, mentre il modello dell’amministrazione guidata dal governatore Vito Bardi continua a essere preso ad esempio dal vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani.

«Ritengo che si debba iniziare a riflettere sull’opportunità, come proposto dal presidente della Basilicata, di considerare la riapertura delle scuole dopo il voto per le regionali e il referendum». Così l’esponente azzurro a margine della presentazione della lista di Fi in Campania.

«Visti i ritardi accumulati – ha aggiunto Tajani – e l’incapacità del ministro Azzolina di affrontare la situazione, meglio ripartire dopo il voto così si risparmiano i soldi per una bonifica e si può cominciare con calma e serenità un nuovo anno scolastico».

Prima dell’operaio pugliese scoperto ieri tra i dipendenti dello stabilimento Fca di Melfi erano già risultati positivi al covid 19: un operaio di Melfi, rientrato dalla Sardegna con una comitiva di tre amici (due dei quali risultati positivi a loro volta); un collega di Lavello che era stato in fabbrica col primo per un turno di manutenzioni la settimana precedente alla riapertura dei cancelli; e un altro operaio pugliese.

  • 13
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares