X
<
>

Tempo di lettura 4 Minuti

POSSIBILITÀ di sottoporre a screening attraverso un test rapido tutti coloro che torneranno da fuori regione ovviamente su base volontaria. E’ un’ipotesi che diversi paesi della provincia di Matera hanno già annunciato di voler seguire utilizzando quella parte di test rapidi che sono a loro disposizione e che possono permettere di controllare in maniera tempestiva la popolazione che dovesse scegliere di far ritorno nei luoghi di residenza. Un ritorno che è comunque consentito sia dal decreto del presidente del Consiglio sia dalle ordinanze regionali.

«Dopo lo screening sugli studenti e il personale scolastico abbiamo ancora 16mila tamponi antigenici disponibili e li utilizzeremo per alcune categorie considerate più a rischio. Penso che potranno essere utilizzati anche per chi rientra in città per le festività natalizie» ha spiegato il sindaco di Matera Domenico Bennardi.

SCUOLE APERTE | Il fronte dei sindaci del “no”

Sulla stessa lunghezza d’onda ieri anche i sindaci di Bernalda Domenico Tataranno e di Pisticci Viviana Verri che attraverso dei video hanno annunciato la volontà di avviare uno screening di controllo, evidentemente su base volontaria, anche nei confronti di coloro che torneranno nei luoghi di residenza delle due cittadine per le festività natalizie.

Posizione che sembra destinata ad allargarsi nei prossimi giorni. A Tricarico uno screening con tamponi rapidi in drive in si terrà proprio nei giorni precedenti le festività, 19, 20, 23, 27 dicembre con la possibilità di prenotarsi online che riguarderà evidentemente anche coloro che faranno ritorno a casa.

Identica scelta fatta anche dal sindaco di Montalbano Jonico Piero Marrese: una campagna di screening anti-Covid «per trascorrere un Natale in sicurezza». A disporlo è stata l’amministrazione comunale di in collaborazione con la Protezione Civile, i medici di base e i pediatri, nell’ambito di una serie di iniziative promosse per arginare il più possibile la diffusione del contagio da Coronavirus in occasione della mobilità di persone in prossimità delle festività natalizie.

L’invito, rivolto a tutti coloro che rientreranno a Montalbano nei prossimi giorni, è quello di sottoporsi, in modalità drive-in, al test rapido, il mezzo più veloce e sicuro per la prevenzione e la sicurezza dei cittadini.

Per effettuare il test sarà necessario contattare il medico di base di Montalbano, per fissare data e modalità di somministrazione, presso il Palazzetto dello Sport “Malvasi” in zona Montesano. Il test può essere anche prenotato inviando una e-mail all’indirizzo [email protected].

«Dopo aver predisposto i tamponi per centinaia di alunni delle scuole di Montalbano – spiega il sindaco Marrese –, proseguiamo la nostra attività di screening anche su coloro che rientreranno per il Natale al fine di poter trascorrere queste festività in famiglia in modo sereno e sicuro. La salute dei nostri concittadini viene prima di tutto, e ora più che mai abbiamo tutti il dovere di comportarci in modo responsabile per evitare di vanificare l’impegno e il lavoro svolto nelle ultime settimane. Lavoro che sta dando risultati incoraggianti. Grazie ai volontari della Protezione Civile, ai medici pediatri e medici di base della nostra città, che quotidianamente si impegnano con sacrificio e professionalità, sarà possibile vincere questa sfida contro il virus».

Già altri sindaci, grazie alla collaborazione delle Aziende sanitarie locali, avevano programmato campagne di screening su base volontaria, per cercare di monitorare quante più persone possibili: a Rotonda, sempre in vista delle festività, l’amministrazione comunale ha previsto tamponi antigenici rapidi gratuiti per «cittadini residenti e domiciliati che faranno rientro», estendendoli anche «a tutti coloro che torneranno per ricongiungersi con affetti residenti».

Anche a Latronico è stata messa in campo un’attività di screening per le festività, che segue le precedenti giornate nelle quali erano già stati sottoposti al prelievo diversi residenti: il sindaco Fausto De Maria ha comunicato che potranno sottoporsi al prelievo gratuito i residenti o domiciliati «con priorità attribuita a studenti, lavoratori e cittadini fuori sede». Saranno esclusi coloro che hanno già fatto il tampone rapido lo scorso 2 dicembre.

Il precursore dei test rapidi per i rientranti per Natale era stato il sindaco di Viggianello Antonio Rizzo, che ha fatto sapere «essere già arrivate diverse prenotazioni».

ALCUNE RESTRIZIONI DA RISPETTARE – In base alle disposizioni nazionali, ci sono solo due casi in cui è possibile spostarsi nella seconda casa nel periodo dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021: premesso che dalle 22 alle 5 (e fino alle 7, il 1° gennaio 2021) è vietato ogni spostamento, se non per motivi di lavoro, salute o necessità, le regole da seguire per recarsi nelle seconde case sono le seguenti: in area gialla e arancione, se la seconda casa si trova nello stesso comune, ci si potrà sempre andare (negli orari già precisati); esclusivamente in area gialla, se la seconda casa è nella stessa regione, ma in un diverso comune, ci si potrà andare per tutto il periodo 21/12-6/1, ad eccezione dei giorni 25 e 26 dicembre 2020 e 1° gennaio 2021.

E ancora, a proposito di turismo, in base al nuovo dpcm è consentito andare in un altro comune o in un’altra regione ma solo con alcune restrizioni: gli spostamenti per turismo all’interno del territorio nazionale sono consentiti, e comunque esclusivamente con partenza e destinazione in area gialla, se la partenza avviene entro il 20 dicembre 2020 o dal 7 gennaio 2021.

Non sono consentiti spostamenti extraregionali per turismo in Italia tra il 21 dicembre e il 6 gennaio, chiarisce il decreto del presidente del Consiglio.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA