X
<
>

Studenti all'entrata di una scuola

Tempo di lettura 2 Minuti

DIDATTICA a distanza fino a venerdì 5 marzo anche per prime medie e scuole elementari, come già disposto per le classi superiori dal decreto che ha imposto le restrizioni antivirus della zona rossa su tutto il territorio lucano. E’ quanto deciso dal governatore Vito Bardi che ha appena firmato un’ordinanza al riguardo: la numero 5 del 2021.

“Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus covid 19 – è scritto nell’ordinanza in questione -, sull’intero territorio regionale, ferme restando le misure statali e regionali già vigenti, con decorrenza dal 1 marzo 2021 e fino al 5 marzo 2021, le istituzioni scolastiche della scuola primaria e del primo anno della scuola secondaria di primo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica ed educativa in modo che il cento per cento delle
attività sia svolta mediante il ricorso alla didattica digitale integrata”.Le uniche eccezioni consentite saranno quelle relative agli “alunni con disabilità e bisogni educativi speciali”.

“La decisione di chiudere le scuole, che ha trovato la piena condivisione di tutti gli attori dell’unità di crisi, è stata presa a seguito della velocità di trasmissione riscontrata in alcuni focolai registrati in alcune scuole lucane”. Ha dichiarato Bardi. “Siamo consapevoli del grave disagio che questa chiusura comporta per le famiglie e soprattutto per le giovani generazioni, ma la decisione è stata presa per ridurre al massimo il rischio di conseguenze ancora più pesanti derivanti dal contagio del virus. Confidiamo, come sempre, nel comportamento dei cittadini improntato al massimo rispetto delle regole per evitare che la cosiddetta terza ondata possa vanificare quanto di positivo è stato fatto fino ad oggi”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares