X
<
>

Condividi:

POTENZA – A causa di una condizione di insufficienza temporanea del vaccino Pfizer e Moderna, l’Asp ha comunicato che nella giornata di oggi, mercoledì 19 maggio, le somministrazioni dei vaccini Pfizer e Moderna sono sospese su tutti i punti vaccinali dell’azienda Potenza. Proseguiranno normalmente invece le somministrazioni per i soggetti che dovranno ricevere il vaccino Vaxzivria (AstraZeneca), ossia la classe d’età tra i 60 e i 79 anni. Sarà assicurata a partire da domani la somministrazione delle sole seconde dosi e saranno riprogrammati i recuperi delle seconde dosi previste per il 19 maggio e di tutte le prime dosi non somministrate, coerentemente alla disponibilità di vaccino Pfizer e Moderna (alle persone prenotate saranno comunicati modalità e tempi di recupero della prenotazione).

Da stasera invece partirà (le modalità non sono ancora certe e verranno ufficializzate a breve) la possibilità di prenotazioni a Matera delle vaccinazioni con Johnson e Johnson che si terranno nel numero massimo di 250 al giorno tra venerdì e domenica prossima nel punto vaccinale di via Sallustio a Matera che fino al 20 giugno tornerà in funzione non solo per gli eventi legati a Johnson e Johnson ma anche per le seconde dosi, circa 6mila al personale scolastico della città di Matera e dell’intera provincia che si sono vaccinati da febbraio con AstraZeneca. Un modo per liberare dalla pressione della campagna vaccinale le tende del Qatar e lasciarle libere per le prenotazioni in arrivo.

MEDICI DI BASE: IMPOSSIBILE REGISTRARE LE VACCINAZIONI

I medici di famiglia (cui competerebbe certificare il completamento del ciclo eseguito, anche presso altro centro vaccinale) non hanno la possibilità di accedere alla registrazione dei dati vaccinali dei loro stessi pazienti. Un paradosso, scaturito dal sistema di Poste italiane, che non ha ancora riversato sul portale Java dell’Anagrafe nazionale vaccini, i dati dei vaccinati (completi di tipo vaccino, data della somministrazione e lotto).

Il portale di Poste consente ai medici di famiglia unicamente di registrare “accettazione” e “somministrazione” del paziente prenotato per la vaccinazione, cui rilasciano il documento di avvenuta vaccinazione con la data, o l’intervallo di date per la successiva somministrazione. Una volta chiusa la scheda del paziente, però, tali dati risultano non più consultabili. In pratica non c’è una funzione per ottenere la lista dettagliata dei pazienti vaccinati, salvo andare a scartabellare tra i documenti cartacei, stampati per ciascun paziente e da loro compilati.

Un gap che si starebbe cercando di colmare, come quello di inserire la prenotabilità dei cosiddetti invisibili, ovvero badanti e stranieri senza permesso di soggiorno che da domenica dovrebbero potersi prenotare per la vaccinazione.

NOVITÀ SU DAD E TRASPORTI

I contagi da covid-19 continuano a essere in calo, ma nelle ultime 24 ore la Basilicata deve registrare ulteriori tre decessi (2 a Lavello e 1 a Rionero in Vulture; in totale sono 546 le vittime lucane della pandemia). All’orizzonte comunque si vede sempre più nitidamente il ritorno alla normalità, come dimostrato dall’ultima ordinanza del governatore Bardi che ha disposto che da oggi «la percentuale dell’attività didattica in presenza negli istituti scolastici secondari superiori potrà essere ampliata dal 75% sino al 100%, limitatamente alle istituzioni scolastiche che hanno dichiarato la sussistenza delle condizioni di sicurezza».

Inoltre Bardi ha disposto che il Cotrab, le Ferrovie Appulo Lucane, Trenitalia e i gestori dei servizi comunali «sono obbligati a svolgere i servizi di Tpl (Trasporto pubblico locale) scolastici in base alle effettive necessità riscontrabili dai dati di monitoraggio delle frequentazioni registrate, sino al raggiungimento, per quanto possibile, del numero massimo di corse aggiuntive per l’ipotesi di didattica in presenza al 75%, e valutando comunque l’eventuale necessità di puntuali corse di potenziamento da attivare in relazione ai collegamenti interessanti i soli istituti scolastici ove è attivata didattica in presenza al 100%, con riferimento sempre agli effettivi dati di monitoraggio delle frequentazioni».

IL BOLLETTINO

Tornando ai numeri della pandemia, va evidenziato che – secondo quanto reso noto dalla task force regionale – 85 dei 1.453 tamponi analizzati in Basilicata nelle ultime 24 ore sono risultati positivi (tasso di positività 5,84% contro il valore medio nazionale di 1,7%). In un giorno, sono guarite 135 persone (in totale, sono 19.858). I lucani attualmente positivi sono 4.732, dei quali 4.623 sono in isolamento domiciliare. Le persone ricoverate negli ospedali di Potenza e di Matera sono 109: 9 sono in terapia intensiva (5 al San Carlo e 4 al Madonna delle Grazie).

VACCINI

In serata, nel nuovo hub vaccinale di Potenza, allestito nella palestra «Rocco Mazzola» di via Roma si concluderà la due giorni di somministrazione di circa 1.600 dosi di Johnson e Johnson a over 40 che domenica sera erano riusciti a prenotarsi sul sito dell’Asp (Azienda sanitaria di Potenza). Nelle prossime ore potrebbe arrivare la comunicazione di nuovi Open day, anche con AstraZeneca. Il sito del Governo, aggiornato alle ore 17.13 di ieri, riportava che in Basilicata sono state somministrate 269.572 dosi, pari al 91,1% delle 295.805 consegnate.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA