Salta al contenuto principale

Le eccellenze agroalimentari lucane a New York per la settimana della cucina italiana nel mondo

Basilicata
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Platea internazionale per i prodotti tipici lucani di qualità
Tempo di lettura: 
4 minuti 0 secondi

POTENZA – Tutto pronto per il gran ritorno della Basilicata a New York che sarà protagonista nella “Grande Mela” in occasione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo – The Extraordinary Italian Taste, con il progetto regionale di internazionalizzazione “Mapping Basilicata” della Regione Basilicata finanziato da risorse nazionali (Mise) ed europee (Fesr) ed attuato da Sviluppo Basilicata in stretta sinergia con i distretti. Attraverso il marchio di riconoscimento del settore agroalimentare lucano nel mondo, Basilicata Fine Foods, nato proprio attraverso il progetto Mapping Basilicata, le aziende lucane, dopo il successo dell’iniziativa LucaNY dello scorso dicembre 2015, faranno di nuovo tappa a New York per continuare a promuovere e sostenere la qualità e l’eccellenza lucana.

Insieme con i prodotti agroalimentari lucani si esalterà anche il loro consumo: questo l’obiettivo dell’iniziativa denominata “Basilicata Meeats New York”. Saranno infatti realizzate degustazioni eno-gastronomiche, incontri con buyers, aperitivi e vendite, nonché una chef competition organizzata in collaborazione con il NYSRA - New York State Restaurant Association. Agli chef e ai ristoranti selezionati, verranno consegnate forniture di prodotti locali agroalimentari utili all’elaborazione di piatti che una giuria composta da chef, giornalisti ed opinion makers, valuterà sabato 12 novembre alle ore 14 nel ristorante «Marco Polo» di Brooklyn, decretando due vincitori. In premio una chef experience in Basilicata che prevedrà visite ad aziende agricole locali e collaborazioni con ristoranti e chef lucani per scoprire il territorio e realizzare un’esperienza professionale tutta italiana.

L’iniziativa “Basilicata Meeats New York”, con la stessa collaborazione degli chef professionisti coinvolti, lancerà inoltre, dal 14 al 20 novembre, un photo-contest gratuito e aperto a tutti i clienti presenti nei ristoranti, i quali potranno fotografare i piatti della tradizione proposti, condividendo la fotografia sul social network Facebook, contrassegnandola dagli hashtag #BASILICATAFINEFOOD e #THEEXTRAORDINARYITALIANTASTE e facendo riferimento alla pagina ufficiale Mapping Basilicata. All’autore della fotografia che riceverà più LIKE verrà offerta  una cena per due persone presso il ristorante italiano “Marco Polo”.

“Tornare a New York è un bel risultato che conferma il forte interesse della Regione Basilicata nei confronti dei processi di internalizzazione delle imprese”, ha dichiarato l’amministratore unico di Sviluppo Basilicata, Giampiero Maruggi. Il Governatore Pittella e l’Autorità di Gestione dei fondi FESR, Antonio Bernardo, hanno fortemente creduto nel progetto, tra l’altro premiato anche dalla Commissione Europea tra i progetti finalisti del concorso RegioStar Awards, e sostenuto la sua prosecuzione. Un ringraziamento va anche ai Distretti del Mobile Imbottito di Matera, Rurale delle Colline e della Montagna Materana, Agroalimentare di Qualità del Metapontino, Pollino Lagonegrese, Agroalimentare del Vulture e il Distretto della Corsetteria, insieme a Unioncamere Basilicata, grazie ai quali è stato possibile raggiungere questo importante traguardo”, ha aggiunto Maruggi.

“Ricordiamo – ha sottolineato l’amministratore - che Mapping Basilicata si articola su vari settori, non solo su quello agroalimentare, ma anche sul settore del mobile imbottito, con il marchio Casa Matera, e della corsetteria, con il marchio BeyouBeWear. In questo caso, però, ci concentriamo sul settore dell’agroalimentare veicolando il marchio Basilicata Fine Foods e le aziende che sono sotto questo marchio”.

“Una felice coincidenza sarà quella della Settimana della Cucina Italiana nel mondo – ha aggiunto Maruggi - evento gestito dal Ministero dello Sviluppo Economico insieme ad ICE e siamo contenti ed orgogliosi che la Basilicata possa farne parte. Per altro siamo stati e siamo in stretto collegamento con il Consolato italiano a New York che ci ha dato una mano anche dal punto di vista organizzativo, quindi direi che la Basilicata sarà ben visibile in questi giorni nella Grande Mela”.

“Un progetto che va in continuità con la positiva sperimentazione dell’anno scorso - ha commentato il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella - I nostri prodotti agroalimentari prendono sempre più piede e trovano il gradimento da parte del palato dei newyorchesi”. “Una straordinaria iniziativa combinata con i distretti agroalimentari lucani, Sviluppo Basilicata e Regione Basilicata in un progetto che ci colloca in una dimensione mondiale. Proviamo a sfondare sull’agroalimentare – ha aggiunto il governatore - i numeri ci stanno dando ragione”.

“Abbiamo sperimentato che le aziende che esportano e che internazionalizzano i propri prodotti di qualità sono quelle che hanno un pil in crescita - ha poi sottolineato Pittella - Dobbiamo quindi forzare la mano perché gli ambiti ristretti dei nostri confini sono troppo angusti per noi e perchè la qualità dei nostri prodotti può essere un’occasione importante per fare progresso, sviluppo, occupazione economia e migliorare, dunque, la qualità della vita. Tutto questo va fatto mettendo a disposizione degli imprenditori la cassetta degli attrezzi rappresentata dai fondi europei”.

Sull’importante riconoscimento che ha ottenuto in Europa il progetto Mapping, Pittella ha dichiarato: “Un progetto premiato e riconosciuto a livello europeo che ne avvalora il ruolo di best practice amministrativa e di esempio virtuoso di come il mettere insieme pubblico e privato produca risultati come questo”, ha concluso Pittella. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?