Salta al contenuto principale

La chimera dell'Alta Velocità nella Basilicata dei trasporti lumaca

Basilicata
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rete ferroviaria italiana
Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

ROMA – «Portare l’alta velocità da Salerno a Reggio Calabria costerebbe circa 12 miliardi, attualmente su questo progetto non sono previste risorse. C'è un dibattito in corso su portare l’AV in Calabria e in Basilicata. La risposta deve essere data dalla politica, la scelta è politica». Così l'amministratore delegato di Rfi (Rete ferroviaria italiana) Maurizio Gentile rispondendo alle domande dei senatori della Commissione Trasporti a proposito dell’Alta Velocità al Sud.

Affermazioni che arrivano nei giorni in cui la viabilità locale è di nuovo emergenza – con l'ennesima vittima sulla Basentana e altre promesse, stavolta dell'Anas, sui lavori di messa in sicurezza – e il Trasporto pubblico locale su gomma, a fronte della proroga dei servizi, annaspa tra mezzi vetusti e stipendi non pagati

«Al momento – ha precisato Gentile – stiamo velocizzando la rete che collega la Calabria al Nord Italia, permettendo ai treni di toccare in alcuni punti i 200 chilometri all’ora. Stiamo facendo tutto quello che si può fare per collegare Roma a Reggio Calabria in 4 ore e 30». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?