Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

POTENZA – L’Adoc Basilicata ricorda le scadenze relative alla legge sulla rottamazione delle cartelle esattoriali. 

 entro il 28 febbraio 2017 Equitalia dovrà inviare ai contribuenti una informativa per comunicare eventuali carichi affidati all’ente di riscossione entro il 31 dicembre 2016 ma non ancora notificati al contribuente medesimo; 

 entro il 31 marzo 2017 il contribuente potrà presentare la domanda di accesso agli sconti su sanzioni e interessi. Oltre questa data non sarà più possibile accedere alla rottamazione delle cartelle Equitalia; 

 entro venerdì 15 dicembre 2017 dovrà essere versato almeno il 70% del debito e pagata la terza rata; 

 entro settembre 2018 dovrà essere concluso il pagamento rateale. 

Adoc Basilicata offre, tra gli altri servizi, la consulenza tributaria con particolare riferimento ai contenziosi con Equitalia. 

Prima di pagare le cartelle esattoriali, è necessario porsi il seguente quesito: sono davvero in dovere di pagare? 

Le cartelle potrebbero essere interessate da: 

1) Vizi di notifica (notifiche non conformi); 

2) Vizi di forma; 

3) Decadenze; 

4) Prescrizioni; 

5) Anatocismo tributario (tassi oltre la soglia legale e, quindi, usura); 

6) Tributi già saldati; 

7) da altri vizi da valutare in fase di studio e approfondimento della cartella. 

Con la Definizione Agevolata del contenzioso con Equitalia si pagherebbe il debito al netto delle sanzioni, degli interessi di mora, e di altre somme aggiuntive ecc. ecc. in 5 rate a partire da Luglio 2017. 

Per ulteriori chiarimenti rivolgersi alle sedi Adoc di Basilicata di Potenza (via Via R. Danzi 2 e via Napoli 3), Matera (via Annunziatella 34), Lavello (via Ginistrelli 17/A), Sant’Arcangelo (piazza de Gasperi 10), Marsicovetere (via P. Festa Campanile 3): sono a disposizione dei consumatori che vorranno avere delucidazione in merito alla vicenda. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •