X
<
>

Rocco Leone

Tempo di lettura 2 Minuti

Di seguito la risposta dell’assessore regionale alla Salute, Rocco Leone, alla lettera di Antonella Ciervo pubblicata sull’edizione del 19/3/21 del Quotidiano.

CARA Antonella,
ho letto con molta partecipazione la tua lettera e voglio comunicare a te e ai lettori del “Quotidiano del Sud” che le aziende sanitarie lucane stanno già programmando la somministrazione dei vaccini alle persone “fragili” e nei prossimi giorni sarà disponibile una precisa tabella di marcia. Partiremo con i dializzati e i trapiantati, oltre che con coloro che attendono un trapianto, e immediatamente dopo arriverà il turno delle altre categorie.

In effetti, il mio entusiasmo per l’arrivo delle 11.700 dosi aggiuntive del vaccino Pfizer è legato proprio alla possibilità di poter garantire l’immunizzazione ai soggetti che soffrono a causa di particolari patologie.

Aggiungo che mi trovi perfettamente d’accordo sul fatto che la dicitura “fragili” risulta inadeguata per identificare coloro che ogni giorno vivono prove difficili. Prove che, in realtà, rafforzano e spingono a guardare i lati più autentici della vita. Tuttavia, questa semplificazione comunicativa deriva dalle classificazioni ministeriali a cui dobbiamo necessariamente adeguarci per parlare un linguaggio comprensibile a tutti gli attori in campo.

Lo stesso discorso vale per l’ordine di priorità stabilito per la campagna vaccinale. E’ stata presa a livello centrale, sulla base di evidenze cliniche e scientifiche, la decisione di vaccinare in primis il personale sanitario e gli over 80, assieme agli insegnati e agli appartenenti alle forze dell’ordine. Tutte le regioni hanno seguito questo indirizzo generale, provvedendo a organizzare il servizio sui territori. Le difficoltà non sono mancate e non mancano, in Italia e nel mondo, ma è la prima volta che nella storia recente affrontiamo una pandemia di questa portata.

Da uomo e medico, prima ancora che da assessore regionale, ti confido che la forza con cui affronto le sfide quotidiane, personali e professionali, la traggo proprio dagli sguardi delle persone amiche che vivono problemi legati alla salute. A quegli sguardi oggi si vanno ad aggiungere anche le tue parole piene di umanità.

Rocco Leone, assessore regionale alla Salute

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares