X
<
>

Condividi:

E’ Brunella Nicoletti la donna di 47 anni rimasta vittima dell’incidente che si è verificato sabato pomeriggio sulla strada provinciale 8 Matera-Grassano a pochi chilometri dal capoluogo.


Sulla moto che si è scontrata contro un’auto vi era anche Giovanni Adorisio di 57 anni che è rimasto ferito e ricoverato presso l’ospedale San Carlo di Potenza dove è arrivato in codice rosso. E’ sotto osservazione ma non è in pericolo di vita. L’uomo era senza patente che gli era stata revocata per mancanza di requisiti.


Si tratta di un uomo con diversi precedenti tra l’altro per associazione a delinquere di stampo mafioso e omicidio per fatti risalenti al 1995 nell’ambito delle faide di quegli anni all’interno della città di Matera che hanno riguardato l’uccisione di Filippo Festa.
Tornato in libertà nel 2018, non ha ancora la patente che gli era stata revocata e si era fatto prestare la moto con cui poi è avvenuto l’incidente da un amico.
L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di sabato intorno alle 17,30 in una zona comunque a pochi chilometri di distanza dalla città di Matera tra due mezzi che viaggiavano in direzione opposta .


Una moto con appunto il 57enne e la donna a bordo e un’auto con due persone di Matera. All’uscita da una semicurva c’è stato l’impatto tra il motoveicolo e la Ford Focus le due persone a bordo dell’auto sempre di Matera fortunatamente se la sono cavata con pochissime escoriazioni anche se sono state comunque accompagnate in ospedale per verificarne le condizioni che apparivano buone.


Diversa invece la situazione riguardante gli occupanti della motocicletta che sono apparse subito più gravi a causa probabilmente dell’impatto, la donna è purtroppo deceduta poco dopo l’arrivo dei soccorsi mentre il 57enne è stato portato in codice rosso in eliambulanza al san Carlo di Potenza per le cure del caso. Sul posto sono stati fatti i rilievi da Polizia, Vigili Urbani che sono intervenuti per cercare di ricostruire la dinamica dell’incidente e le modalità con le quali è maturato lo stesso cercando di capire la dinamica dell’impatto tra il motoveicolo e l’auto e anche di ricostruire eventuali segni sull’asfalto che potessero comunque essere utili.


Sul posto anche i vigili del fuoco di Matera chiamati per verificare la situazione e il 118 che ha proceduto al soccorso dei feriti, uno portato appunto al San carlo e gli altri due che malgrado solo con lievi ferite sono stati accompagnati al Madonna delle Grazie per le cure del caso.
La strada è rimasta invece chiusa per oltre un paio d’ore per riuscire a completare le operazioni di soccorso e i rilievi stessi che hanno richiesto non poco tempo ed avere tutte le dovute autorizzazioni oltre alla verifica di quanto era avvenuto.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA