L'area interessata dai lavori

Tempo di lettura 2 Minuti

MATERA – Vivono da mesi in condizioni intollerabili, praticamente nel cuore di un cantiere aperto, coperti da nuvole di polvere di tufo, ad ogni passaggio di auto e mezzi pesanti. Sono i residenti della cosiddetta Lottizzazione “Quadrifoglio”, nella zona di Matera Nord.

Dopo tante interlocuzioni e denunce infruttuose, un centinaio di residenti (al momento non è stato censito il numero esatto di chi abita in quel lotto), ha deciso di avviare una raccolta firme, con la prossima costituzione di un Comitato di quartiere, per far sentire di più la propria voce, recuperando una normale dimensione di vivibilità. Ogni giorno, infatti, i residenti sono costretti a convivere con polveri sottili di tufo, che invadono le case e danneggiano certamente la salute.

«Si è costretti a vivere in casa con finestre chiuse, non potendo godere di nessuna pertinenza (terrazzi balconi o altro). -spiega una delegazione di residenti al Quotidiano- Alcune famiglie convivono con questo problema anche da anni; altri portano i segni sul corpo, come dermatiti e crisi asmatiche derivanti dall’eposizione alle polveri, come spiegato dai medici che hanno in cura queste persone». Il quartiere è composto maggiormente da giovani coppie, che hanno figli piccoli, per i quali si dovrebbe avere un attenzione maggiore, anzichè soffocarli con la polvere.

«La Lottizzazione sembra essere terra di nessuno. -rimarcano i residenti- Orari di cantiere sballati: si inizia in alcuni casi alle 6 del mattino, trasporto e stoccaggio materiale inerte sicuramente da verificare. La situazione è insostenibile. Il Consorzio dei costruttori si limita a bagnare una sola volta al giorno le strade principali, e non tutta l’area. Intervento inutile, se consideriamo che dopo un’ora torna tutto come prima. Poi, nel fine settimana tutto si ferma; immaginiamo che in agosto quando l’impresa presumiamo chiuda per ferie, saremo lasciati al nostro destino. Chiediamo a gran voce, con una raccolta firme, che la situazione venga risolta asfaltando tutte le strade principali della lottizzazione. Con acqua e stabilizzato non risolveremmo».

Oggi si è svolgerà il secondo incontro tra i residenti, pubblicizzato sulla Pagina Facebook “Residenti Quadrifoglio”. Saranno presenti circa 100 persone a Villalongo, ed è stato invitato anche l’assessore all’Urbanistica, Michele Casino.

«Sarà l’occasione -concludono i residenti- per esporre i nostri disagi al rappresentante istituzionale di riferimento per il nostro problema. Successivamente le firme raccolte verranno consegnate al Comune e al Consorzio con le nostre richieste. Passo successivo sarà la creazione di un Comitato di quartiere. Non ci fermiamo, siamo determinati. I residenti ne hanno viste di tutti i colori, basta ora la pazienza è finita», concludono perentori.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •