L'uomo è agli arresti domiciliari, dove è stato condotto da Polizia e Carabinieri

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

L’uomo, sicuro che uno dei soci del negozio avesse una relazione con la sua attuale compagna, ora è accusato di minacce gravi, porto e detenzione abusiva di arma

BERNALDA (MT) – Sicuro che uno dei soci del negozio avesse una relazione con la sua attuale compagna, un uomo di 47 anni, di Bernalda (Matera), si è presentato nell’esercizio commerciale imbracciando un fucile e minacciando i presenti. Ora è agli arresti domiciliari, dove è stato condotto da Polizia e Carabinieri.

L’uomo è entrato nel negozio, che si trova sulla «Basentana», minacciando i presenti. Poi è uscito ma per tornare dopo alcuni minuti armato di un fucile: ha minacciato la sorella del presunto «rivale», che non era nel negozio in quel momento. Poi di nuovo si è allontanato: questa volta è stato chiesto l’intervento della Polizia.

Gli agenti, insieme ai Carabinieri hanno rintracciato l’uomo poco dopo, nella sua azienda agricola: ha consegnato alle forze dell’ordine anche il fucile – caricato con una cartuccia (altre tre erano in un cassetto) – che apparteneva al nonno, morto tempo fa. L’uomo è accusato di minacce gravi, porto e detenzione abusiva di arma: il fucile e le cartucce sono stati sequestrati.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •