X

Indagini di polizia e carabinieri su una decina di episodi dopo la denuncia di una 85enne di Oliveto Lucano vittima dello stratagemma della finta telefonata

Tempo di lettura < 1 minuto

Indagini di polizia e carabinieri su una decina di episodi dopo la denuncia di una 85enne di Oliveto Lucano vittima dello stratagemma della finta telefonata

MATERA – Accusati, in concorso con altre persone da identificare, di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e alla tentata truffa ai danni di anziani del Materano, due uomini – Giovanni Marino, di 61 anni, e Umberto Evangelista, di 30, entrambi di Napoli – sono stati arrestati nell’ambito di un’operazione congiunta di Polizia e Carabinieri.

I particolari dei due arresti sono stati illustrati stamani, in una conferenza stampa, a cui ha partecipato anche il Procuratore della Repubblica di Matera, Pietro Argentino, e nella quale è stato specificato che, in totale, dallo scorso mese di maggio, sono stati truffati circa ottomila euro.

Le indagini sono cominciate proprio nello scorso mese di maggio, in seguito alla denuncia di una donna di 85 anni, di Oliveto Lucano (Matera), alla quale sono stati truffati 3.500 euro con lo stratagemma della finta telefonata fatta da un nipote che annunciava l’arrivo con un corriere di un pacco con un computer e la necessità di pagare subito in contanti.

Sono una decina gli episodi al centro dell’operazione, ma gli investigatori stanno facendo ulteriori indagini per identificare i complici dei due uomini arrestati e per verificare la loro responsabilità in episodi simili avvenuti anche in altre regioni.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares