X
<
>

L'ospedale di Matera

Tempo di lettura 3 Minuti

MATERA – Si aggravano i numeri a Matera città sul fronte del virus e c’è anche un evento drammatico che avviene in Ospedale. Il dato preoccupante di ieri porta ad altri 59 positivi nella sola Matera città che porta a 114 casi negli ultimi tre giorni con 41 nel report di mercoledì e 14 giovedì e 59 ieri. Il totale degli attualmente positivi è di 282 per un numero totale di casi di 426.

La maggior parte dei contagi stando a quanto si comprende continua ad avvenire soprattutto all’interno dei nuclei familiari ma di certo al momento la diffusione sembra aumentare decisamente raggiungendo picchi che finora non sono mai stati toccati e obbligando probabilmente anche ad una qualche riflessione su questo tipo di exploit che si spera possano al più presto rientrare in un ambito più contenuto. In questo contesto vanno aggiunti anche alcuni decessi da Covid uno proprio del capoluogo e uno della provincia di Potenza che sono avvenuti nella struttura del Madonna delle Grazie.

In più sempre ieri mattina in ospedale un uomo anziano, a quanto pare positivo al Covid ha perso la vita lanciandosi dal terzo piano. I motivi del gesto evidentemente si ignorano. Una tragedia che ha richiesto immediatamente gli accertamenti di rito da parte della Polizia che è arrivata sul posto.

LE SCELTE AMMINISTRATIVE

Con riguardo agli accorgimenti in città per limitare lo svilupparsi dei contagi ha tenuto banco in particolare la questione del mercato del sabato con il sindaco Bennardi che ha annunciato un sopralluogo questa mattina e poi una decisione che andrà dalla chiusura totale a quella parziale, dal canto loro invece l’opposizione di centrodestra in un documento congiunto dei 7 consiglieri comunali ha chiesto che vi siano più controlli per evitare pericoli e assembramenti al mercato.

Bennardi si è espresso anche sulle scuole scartando al momento l’ipotesi di una chiusura all’interno del Comune e non sembrando particolarmente d’accordo nemmeno rispetto ad un’eventuale decisione regionale.

«Attenzione massima e monitoraggio non mancano» ha spiegato il sindaco, «stiamo costantemente leggendo i numeri dell’Asm. Abbiamo pensato ad un presidio al mercato con polizia locale e associazioni di volontari per contare le presenze.

C’è un piano anti Covid e vogliamo verificare se si rispetta e che tipo di partecipazione c’è. Poi lunedì prenderò provvedimenti di chiusura totale o parziale che dipenderà dalla verifica che faremo.

Un ragionamento è aperto anche sulle scuole, è opportuno tenere i bambini e i ragazzi dove c’è più controllo e dove c’è sanificazione e nelle scuole oppure dai nonni con i relativi rischi. Al momento le scuole paiono più sicure». Dal canto suo l’opposizione con i consiglieri comunali, Toto, Lisurici, Morelli, Sassone, Lapolla, Violetto, Casino ha scritto: «Riteniamo opportuno e doveroso intervenire per tutelare la cittadinanza in momenti di incontro in luoghi pubblici, anche aperti. In particolare, nella vigenza del DPCM del 4 Novembre che garantisce e prevede l’apertura dei mercati rionali, chiediamo che si provveda al controllo e contingentamento degli ingressi nel mercato del Sabato attraverso adeguato personale.

Al fine di assicurare il rispetto delle norme anti contagio e la sicurezza degli avventori e degli stessi commercianti, è necessario incrementare i controlli sul contingentamento degli ingressi, il mantenimento del distanziamento sociale ed il corretto utilizzo degli strumenti di prevenzione nell’area mercatale».

  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares