X
<
>

La coda a Matera in attesa della vaccinazione

Tempo di lettura 2 Minuti

MATERA – L’invasione di volontari che si sono concentrati presso le tende del Qatar è avvenuta anche a Matera ma decisamente con meno problemi di quelli registrati invece a Potenza.
Sin dalle prime ore del mattino poco dopo le 6,30 sono cominciati i primi arrivi per potersi vaccinare in tempo tanto che alcune centinaia di persone al momento dell’apertura erano già pronte per potersi vaccinare.

Le operazioni però avvenute su 9 ambulatori diversi con uno di questi destinato invece ai fragili sono avvenute in maniera sostanzialmente ordinata con i controlli all’arrivo, il numero elimina code preso al momento dell’approssimarsi alle strutture, la compilazione del consenso informato e poi un veloce colloquio con il medico vaccinatore e la vaccinazione stessa che sono avvenute in maniera sostanzialmente rapida tanto che non ci sono stati particolari inconvenienti registrati.

Verso la metà della giornata erano circa 700 le vaccinazioni effettuati e poco meno di 1400 sono risultate al termine della giornata con il pomeriggio che è trascorso praticamente senza ulteriori inconvenienti anche se le presenze numerose hanno costretto qualche cittadino proveniente dalla provincia a dover tornare indietro senza potersi vaccinare.

Smentita anche a metà giornata la notizia diffusasi che ad un certo punto le vaccinazioni si erano dovute interrompere perchè erano terminati i vaccini.

In realtà le vaccinazioni sono proseguite con costanza e regolarità anche nel pomeriggio fino all’orario che era stato indicato o poco prima quando il numero di persone era andato pian piano riducendosi in maniera sempre più consistente fino ad esaurirsi nel giro di qualche ora.

A conferma magari che una soluzione come quella adoperata potrebbe venire ancora maggiormente utile in presenza di più punti vaccinali disponibili visto che da giovedì si procederà con le prenotazioni che vengono effettuate e non più dunque su base volontaria.

L’altro elemento che è emerso ancora una volta è che Matera non ha subito in alcun modo la campagna che ha riguardato Astrazeneca e il numero di persone arrivate anche ieri alle tende del Qatar ha dimostrato che le preoccupazioni sul vaccino sono state sostanzialmente messe da parte.

Un dato che era emerso anche inizialmente subito dopo la ripresa delle vaccinazioni dopo la sospensione quando il personale scolastico aveva continuato a rispondere positivamente alle sollecitazioni e continuato normalmente a vaccinarsi.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares