X
<
>

Una vaccinazione

Tempo di lettura 3 Minuti

MATERA – Dal pomeriggio di ieri le prenotazioni per la vaccinazione nella città di Matera sono riprese in maniera regolare e con date anche ravvicinate che fanno riferimento alla prossima settimana. Eppure solo ieri pomeriggio avevamo potuto verificare che dai Comuni della provincia di Matera anche da coloro nei quali c’è il punto vaccinale era praticamente impossibile riuscire a prenotare, bisognava modificare il Cap e comunque si finiva in altre aree della regione che fossero Senise, Venosa o la stessa Potenza con date, quest’ultima decisamente più ravvicinate.

Per Matera e il Materano la prenotazione era praticamente impossibile, una situazione verificata da più persone negli ultimi giorni e che si è andata evolvendo. Ieri però il nuovo cambio di fronte dopo l’articolo pubblicato ieri mattina dal “Quotidiano”. Ci sarà però da capire se il venir meno di alcune prenotazioni malgrado attraverso delle disdette o una maggiore disponibilità di vaccini possano aver in qualche modo modificato la situazione e permesso nuovamente le prenotazioni presso le tende del Qatar a Matera dove comunque l’afflusso di gente continua ad essere continuo nel corso della giornata.

Va detto anche però che non mancano le preoccupazioni e le proteste di coloro che negli ultimi giorni in particolare sono stati costretti a prenotare le vaccinazioni per i propri anziani in luoghi diversi da quello di residenza e quindi anche a diversi chilometri di distanza o di coloro che hanno soprattutto tra i fragili ancora difficoltà a poter effettuare la prenotazione perchè per vari motivi non riescono proprio a rientrare nelle categorie da prenotare anche se evidentemente ci rientrano a tutti gli effetti.

Se allora il numero di prenotazioni e vaccinazioni aumenta le difficoltà per andare avanti non mancano e non si riducono e rischiano di pesare soprattutto su chi avrebbe maggiore bisogno di poter essere preso in considerazione il primo possibile.

IL PD DI MATERA – Sulla situazione legata al Covid e alle vaccinazioni in Basilicata il Pd di Matera prende posizione attaccando direttamente il presidente della Regione Bardi. «La mancata zona gialla della Basilicata è una beffa che ha un nome e cognome: il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. Solo pochi giorni fa il nostro Presidente si pavoneggiava, di fianco al commissario per l’emergenza covid generale Figliuolo, lasciandosi andare a dichiarazioni che erano mosse dalla propaganda e non dai fatti».

Il Pd cita poi le parole di Bardi il quindici aprile: “Io penso che il ripristino della zona gialla si possa fare il prossimo venerdì, 23 aprile, per riaprire definitivamente il 26 aprile”. E poi aggiunge: «Invece, dopo pochi giorni, la Basilicata è stata riconfermata zona arancione, ma le dichiarazioni di Bardi non sono state innocue.

Tanto da ingenerare aspettative nei cittadini, soprattutto negli operatori economici del commercio, della ristorazione e del turismo che chiaramente hanno cercato di non farsi trovare impreparati alle riaperture legate alla zona gialla. Purtroppo, oltre il danno la beffa. Ai lavori di preparazione per le riaperture si sono aggiunti i disservizi dovuti alla interruzione di tali procedure producendo un danno aggiuntivo».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA