X
<
>

Il tetto di un’abitazione di via Fiume a Policoro, completamente divelto dalla furia del vento nel cuore della notte scorsa. Le raffiche a circa 120 chilometri orari non hanno dato scampo a diverse strutture agricole ed abitazioni rurali. In questo caso è stata divelta persino la struttura in cemento e ferro

Tempo di lettura 2 Minuti

Alla Basilicata 49mila euro per i nubifragi di ottobre e novembre, a fronte di una stima di 46 milioni della Protezione Civile. Rospi (M5S) e Caiata (FdI) non ci stanno: appello a ministri e sottosegretari lucani


MATERA — “Apprendo sconcertato la notizia in merito allo stanziamento di circa 49.000 euro da parte del Governo per far fronte all’emergenza danni causati dal maltempo di ottobre e novembre nel territorio lucano”: a dichiararlo è il deputato lucano Gianluca Rospi del Movimento 5 Stelle.

“Credo che sia una grande mancanza di rispetto nei confronti di Matera e della sua Provincia, vittime di numerosi ed ingenti danni.  Esprimo la mia delusione per questo provvedimento governativo, in quanto auspicavo misure molto più importanti, considerati gli evidenti disastri – continua il parlamentare —. Mi adopererò affinché al mio territorio sia garantito il giusto risarcimento”.

La notizia risale in realtà all’altro ieri: è allora che il Governo ha deliberato l’estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza, adottato con delibera del Consiglio dei ministri del 14 novembre 2019, ai territori delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto, interessati dagli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati nei mesi di ottobre e novembre 2019.

Nel comunicato diramato da Palazzo Chigi lunedì sera si leggeva che “allo scopo di consentire alle regioni di far fronte agli interventi più urgenti, è stato previsto un primo stanziamento di 100 milioni di euro, così ripartiti: Abruzzo 1.685.410,82 euro; Basilicata 48.977,78 euro; Calabria 666.163,21 euro; Campania 2.357.094,62 euro; Emilia Romagna 24.438.027,72 euro; Friuli Venezia Giulia 932.628,50 euro; Liguria 39.950.673,95 euro; Marche 156.786,97 euro; Piemonte 19.634.880,93 euro; Puglia 897.848,95 euro; Toscana 5.294.037,86 euro; Veneto 3.937.468,69 euro. Saranno successivamente stanziate ulteriori risorse per l’attivazione di prime misure economiche di immediato sostegno al tessuto economico e sociale e alla ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture, pubbliche e private, danneggiate”.

Oggi sulla vicenda si è espresso, in Aula, anche il deputato di Fratelli d’Italia Salvatore Caiata: «Ho appreso con molto stupore, direi quasi sconcerto, che il governo ha stanziato per i danni causati dal maltempo delle scorse settimane in Basilicata, la generosissima cifra di 49 mila euro, a fronte di una stima della Protezione civile di circa 46 milioni di danni. Chiedo al governo che possibilmente i ministri lucani Speranza e Lamorgese o i sottosegretari Margiotta e Liuzzi, vengano in aula a riferire per chiarire se ci sia stato un errore di calcolo o un semplice fraintendimento, non possiamo pensare che essi siano stati così poco generosi con la loro terra. Il popolo lucano ha la sua dignità non ha bisogno di elemosina».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares