X
<
>

Una delegazione di Assorestauri vede gli interventi nel parco della Murgia

Tempo di lettura 2 Minuti

MATERA – Ci sarà anche Matera e il Parco della Murgia materana con i lavori nell’ambito del Parco della storia dell’Uomo tra le tappe che Assorestauro garantirà a settembre nell’ambito del Salone internazionale del restauro che si terrà a Bari e del progetto “Restauro made in italy” che mostrerà quelle che sono le migliori e principali esperienze di intervento e di restauro nel Sud Italia tra cui anche Pompei Napoli, Bari.

L’obietti o dell’iniziativa è quello di “promuovere e valorizzare il settore del restauro italiano nel mondo. E proprio per esaltare le meraviglie meridionali Assorestauro ha organizzato un viaggio nel sud Italia tra Napoli, Matera e Bari, tra cantieri, siti d’interesse, conferenze internazionali e incontri tra esperti italiani ed internazionali di settore”. Un appuntamento che tocca anche la Murgia e che proprio nei giorni scorsi ha visto i rappresentanti dell’associazione fare una tappa a Matera per visitare e verificare direttamente quelli che sono stati gli interventi.

Nei giorni scorsi infatti il presidente di Assorestauro e i suoi collaboratori, accolti dal Presidente dell’Ente Parco, dalla Soprintendenza di Matera, dai progettisti arch. Riccardo e Fernando Russo e dalle Imprese De Marco srl e Mafris srl, hanno effettuato un primo sopralluogo conoscitivo presso i cantieri.

È stato effettuato un primo sopralluogo presso il futuro parco archeologico di Murgia Timone dove alla presenza degli Enti e dei progettisti, il presidente di Assorestauro ha potuto ammirare gli interventi di consolidamento effettuati presso le tombe, attraversando il nuovo percorso archeologico apprezzandone l’intervento di fruizione e valorizzazione. Successivamente la troupe si è spostata presso le chiese rupestri in primis al complesso di San Falcione poi alla Madonna delle Tre Porte e infine a Sant’Agnese.

Sono stati illustrati gli interventi di restauro e consolidamento, è stato spiegato il complesso intervento di fruizione che amplierà il diritto all’accessibilità ai luoghi, è stato mostrato l’intervento di ricostruzione del nartece della chiesa della Madonna delle Tre Porte e poi è stato mostrato in anteprima l’affresco bizantino riemerso a Sant’Agnese.

Quindi la Restoration week organizzata da Assorestauro, si terrà in uno spettacolare percorso che porterà i delegati internazionali a visitare, sia in presenza che tramite streaming video, i principali cantieri di restauro presenti a Napoli, Pompei, Bari e Matera.

“Ed è proprio Matera uno dei cantieri cardine dell’evento in cui i delegati faranno visita al cantiere del Parco della Storia dell’Uomo, in presenza dello studio FeRiMa e dell’impresa De Marco e Mafris”.
Gli eventi godranno del supporto e della collaborazione di un nuovo prestigioso Comitato Tecnico Scientifico, che si è insediato nei giorni scorsi e si è posto fin da subito l’obiettivo principale di presentare idee e contenuti innovativi dedicati al restauro italiano.

Il consiglio direttivo che sovrintenderà il comitato sarà presieduto dal Prof. Arch. Alessandro Ippoliti – Direttore del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, coadiuvato dal Prof. Arch. Giovanni Carbonara – Storico dell’architettura e teorico del restauro, già Direttore della Scuola di Specializzazione in Beni architettonici e del Paesaggio, Università di Roma “La Sapienza”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares