X
<
>

La Ztl di via Tommaso Stigliani a Matera

Tempo di lettura 2 Minuti

di MICHELANGELO FERRARA

MATERA – Zona a traffico limitato un vero problema per cittadini e commercianti. Se da un lato i Dpcm che si susseguono consentono in città di mantenere aperti i negozi, con l’asporto per le attività di ristorazione, dall’altro le Ztl bloccano il sistema. Infatti, le Ztl funzionano regolarmente e nessuna sospensione è stata decisa al fine di favorire la ripresa economica. Mentre nel mese di marzoscorso ci fu una rimodulazione degli orari di attivazione sospesa poi nel mese di giugno, in questa tornata dicontenimento della diffusione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, sino ad ora nulla è stato deciso.

Ad essere maggiormente penalizzati commercianti e residenti delle Ztl 00,00-24,00 (via Tommaso Stigliani e via Scotellaro) che non hanno nessuno spiraglio di flessibilità oraria non solo per loro stessi ma anche per i familiari di persone anziane bisognose di assistenza o di approvvigionamento dei beni di prima necessità, volontari impegnati a tutti i livelli di assistenza in tale contingenza, o di artigiani (idraulici, elettricisti, falegnami) costretti a rifiutarsi di effettuare interventi in zona. Tanti sono gli operatori commerciali che non hanno un pass che permetta loro di raggiungere le parti della città dove vige una Ztl su tutto il giorno.

Ma il problema esisteva anche per i turisti che scelgono un albergo, B&B o appartamento situato nel centro storico. Sicuramente prevedere una temporanea sospensione o l’apertura in fasce orario limitate delle Zone a Traffico Limitato della città h 24 con provvedimento limitato e comunque fino al termine dell’emergenza legata alla diffusione dell’epidemia da COVID 19, potrebbe essere una soluzione.

Al problema della Ztl di via Tommaso Stigliani, si aggiunge la mancanza di strisce adeguate. Infatti, un cartello di divieto posto all’inizio di via Tommaso Stigliani, risulta essere poco visibile a parcheggiare se non residenti (lato destro della strada), perchè coperto in parte da un cartello più grande di lavori in corso terminati da tempo, sono una vera trappola per automobilisti materani o turisti che parcheggiano in tali spazi oltre che per i residenti che non riescono a trovare parcheggio.Una situazione che ha ridotto ai minimi gli introiti e forti disagi ai residenti in una situazione generale che era già di forte crisi. In una fase emergenziale come quella attuale sia indispensabile che l’amministrazione comunale vada incontro agli esercenti e ai residenti compresi quelli del centro storico.

Oggi più che mai bisognerebbe sospendere la Ztl e adeguarsi all’evolversi dell’emergenza sanitaria per non danneggiare ulteriormente il tessuto economico locale, che sta affrontando una crisi senza precedenti. L’emergenza sanitaria legata al Covid-19 non è finita, anzi. Ci affacciamo al periodo delle ferie natalizie, i commercianti sperano di recuperare una piccola parte di quanto hanno perso durante questo periodo di crisi. Da qui nasce l’esigenza di allargare le fasce di accesso alla Ztl, per agevolare i cittadini nel raggiungere i locali da asporto e per mettere le nostre attività nelle condizioni di lavorare.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares