Il parcheggio di scambio di Serra Rifusa vuoto per gran parte del tempo

Tempo di lettura 3 Minuti

Il via al servizio integrato con Serra Rifusa non potrà partire prima di Natale: ci sarebbe l’ok  all’adeguamento delle  tariffe ma manca la  convenzione Fal-Comune


MATERA – Arriverà ad anno nuovo, forse, l’avvio del servizio “metropolitano” della città di Matera che permetterà anche di utilizzare al meglio il parcheggio di interscambio di Serra Rifusa. Nell’incontro di metà novembre a Potenza era emersa la volontà di poter arrivare ad avviare un aumento delle corse prima del periodo natalizio in coincidenza con gli eventi nella Capitale europea della cultura e con la chiusura di Matera 2019. Ma la svolta in realtà non c’è ancora stata. Indiscrezioni parlano di un via libera regionale sotto forma di delibera per quanto riguarda le tariffe arrivato qualche giorno fa ma non si hanno conferme in tal senso. Ciò che è certo invece è che ancora non si è riusciti a sottoscrivere la convenzione tra Comune e Fal per quanto riguarda l’utilizzo del parcheggio che è un altro egli elementi propedeutici all’avvio vero e proprio del parcheggio. La situazione al momento appare congelata e non si vede la possibilità immediata di una ripresa con il rischio concreto che le tensioni, non sopite del tutto malgrado gli appuntamenti ufficiali, tra Comune e Fal possano in qualche modo riesplodere.  Il nuovo servizio che ha già una serie di risorse per una prima partenza dovrebbe consentire attraverso una aumento delle corse in alcuni orari per poter consentire dalla periferia al centro il collegamento con il centro della città, con la nuova stazione da poco inaugurata di Boeri e anche con la rinnovata stazione di Matera Sud che comunque risulta vicina anche per i tanti studenti che frequentano il nuovo Campus universitario. Una soluzione non destinata solamente ad uno sviluppo turistico ma anche a migliorare la quotidianità del traffico cittadino con un servizio ben diverso.
Le tariffe che erano state concordate nelle passate settimane e per le quali la Regione avrebbe dato il via libera riguardano una corsa semplice a 0,75 centesimi, 1,50 euro andata e ritorno, 2 euro di tariffa giornaliera, 6 settimanale e 20 mensile sono le cifre approvate all’interno della riunione. Alle 17 coppie di corse attuali le Fal potranno arrivare ad aumentare la frequenza fino ad introdurne altre 16 in alcuni orari e giorni particolari. La convenzione dovrà definire alcuni aspetti che riguarderanno in particolare le modalità di utilizzo del servizio e gli orari, probabilmente quelli di maggiore presenza e traffico, nei quali aumentare al massimo la frequenza delle corse da una parte all’altra della città fino ad arrivare a 20 minuti di tempo tra una corsa e all’altra in alcuni periodi in cui la frequenza risulterà sostanzialmente al massimo.
Va infine ricordato che la struttura terminal di Serra Rifusa è stata inaugurata nello scorso mese di gennaio subito dopo l’inaugurazione di Matera 2019 e doveva servire come punto di riferimento e di smistamento per le auto e i bus turistici destinati ad arrivare in città ma questo tipo di utilizzo non è stato possibile.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •