X
<
>

Il comune di Matera

Tempo di lettura 2 Minuti

di PIERO QUARTO
MATERA – Un ampliamento della casa comunale per 1,2 milioni di euro è previsto all’interno del piano annuale dei lavori pubblici. Si tratta di un’opera annunciata già dalla precedente amministrazione che dovrebbe consentire di risolvere alcune necessità interne alla sede comunale. Prima tra tutte quella riguardante la nuova sede dei vigili urbani. Il progetto che si sta portando avanti per quanto si sa prevede l’ampliamento con una nuova ala del Comune che dovrebbe ospitare tutti quegli uffici che potranno direttamente rapportarsi con il pubblico per una serie di servizi quotidiani ed essenziali.

Un front office per avvicinare maggiormente il pubblico stesso all’Amministrazione e snellire alcuni interventi e procedure ma al tempo stesso questa dislocazione dovrebbe anche riuscire a garantire nuovi spazi da liberare per il comando dei vigili urbani costretti oggi in spazi angusti all’interno del palazzo di città e per i quali erano state trovate in passato varie soluzioni, ultima quella di via Lazazzera dove prima c’era l’università che però poi sono improvvisamente scomparse per fare spazio ad altro tipo di ipotesi.

Oggi l’idea che un intero piano dell’amministrazione possa essere occupato dai vigili urbani grazie a questo intervento di ampliamento previsto prende sempre maggiore spazio. Questo almeno è l’obiettivo indicato dalla precedente amministrazione e che l’attuale sembra condividere di fatto visto quanto mantenuto all’interno del piano delle opere pubbliche.

Sulla sede comunale c’è da aggiungere un ulteriore elemento di non secondaria importanza cioè che l’ampliamento previsto è contenuto nel piano annuale 2021 per cui la cifra necessaria dovrebbe già essere disponibile per procedere all’affidamento dei lavori.

Si tratta quindi di una necessità per riuscire ad affrontare contemporaneamente più problemi che al momento vengono limitati e ridotti perchè l’apertura al pubblico è limitata a causa del rispetto delle norme Covid che non consentono di avere troppa gente contemporaneamente all’interno degli uffici pubblici.

C’è però da aggiungere che una volta che la situazione tornerà gradatamente alla normalità ed allora quest’ampliamento permetterà di ottimizzare i servizi e anche gli spazi con un ingresso che per il pubblico potrebbe avvenire anche nella parte anteriore del palazzo di città che va direttamente su via Moro.

Due questioni l’ampliamento e gli spazi per i vigili urbani che viaggiano evidentemente di pari passo e di cui si vede una qualche traccia all’interno del piano annuale dei lavori pubblici. In attesa evidentemente che dalla teoria si possa passare alla realizzazione ed all’affidamento delle opere.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares