X

Piergiorgio Quarto

Tempo di lettura 3 Minuti

MATERA – Manca ancora l’ufficialità ma il pressing della Lega su Piergiorgio Quarto per candidarsi a sindaco di Matera diventa di ora in ora più intenso. Incessante e convincente. E le voci di un ripensamento del consigliere regionale materano che aveva qualche giorno fa declinato l’invito si fanno di ora in ora più insistenti. Anzi nella giornata di ieri per qualche tempo il sì di Quarto sembrava essere proprio dietro l’angolo. Di certo la strategia leghista è evidente e punta tutto “su Quarto”. Le altre opzioni Schiuma più di Sassone sono decisamente staccate.

L’idea della Lega su Matera è stata sempre molto chiara “Buccico o Quarto” e da quella posizione non ci si è spostati di un millimetro. Per il resto il “casting” delle passate settimane è servito solo per poter comprendere le reali richieste del territorio e prepararsi ad eventuali alternative. In realtà però la scelta politica non si è mai mossa dalla doppia opzione. Un’opzione che sembrava sfumata solo qualche giorno fa con il comunicato di Quarto di sabato scorso che rinunciava alla candidatura declinando l’invito e le parole di Buccico “io non sarà il candidato” pronunciate nell’intervista pubblicata lunedì sul “Quotidiano”.

La partita a quel punto però si è improvvisamente riaperta proprio perchè la Lega, al di là delle spinte eterodirette sapeva che a Matera le strade praticabili davvero erano quelle due e allora già lunedì si sono riaperti i canali di comunicazione con Piergiorgio Quarto che ha incontrato lunedì sera nella sua riunione a Matera il vicesegretario nazionale della Lega Crippa. Da quel momento in poi è partito un vero e proprio pressing a tutto campo della Lega, dei suoi vertici, di vertici politici e non solo su Quarto che sembra stia “traballando” sempre più nella sua scelta. Le ultime notizie parlano di un consigliere regionale pronto a cedere e “immolarsi per la causa”. “Se la ragione di stato chiama dovrò dire di sì” sarebbe la posizione che va emergendo con sempre maggiore chiarezza in queste ultime ore. Nulla ancora di definito e di concluso ma di certo c’è una cosa cioè che al momento le energie della Lega sono concentrate tutte in un’unica direzione. Anche perchè, inutile nasconderlo, la scelta di Piergiorgio Quarto placherebbe i mal di pancia emersi nel resto del centrodestra in questi ultimi giorni. Fratelli d’Italia che a lungo aveva coltivato l’idea di esprimere il candidato sindaco, aveva visto di buon grado l’ipotesi Buccico ma caduta quest’ultima vedrebbe con molto meno favore le altre alternative che la Lega avrebbe davanti.

Su Quarto invece ci sarebbe una sostanziale convergenza e si eviterebbe il rischio di una qualsiasi fibrillazione. Da Forza Italia poi ci sarebbero un assenso sostanziale all’ipotesi Quarto che tra l’altro libererebbe il posto, in caso di elezione, in Consiglio regionale per Giovanni Scarola evitando dunque rischiose emorragie di consensi all’interno dello schieramento di centrodestra. Insomma molti degli equilibri politici, delicatissimi, della Lega e del centrodestra resisterebbero solo con l’ipotesi Quarto. E rischierebbero invece di implodere pericolosamente con le altre ipotesi in campo “sponsorizzate” a livello romano e potentino ma molto meno sostenute a Matera.

L’ultimo scoglio sulla scelta di Quarto, e ci sarà da capire nelle prossime ore se superato, potrebbe essere il presidente della Regione Vito Bardi che non vorrebbe privarsi di un consigliere regionale del suo gruppo e che vorrebbe tenere Quarto in Regione. Se anche da Bardi in queste ore arriverà il via libera ed allora per Quarto la candidatura a sindaco di Matera potrebbe diventare davvero realtà.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares