X
<
>

Manuel Agnelli tra i Sassi

Tempo di lettura 2 Minuti

Cala il sipario stasera su un anno che ha portato la città dei Sassi al “centro del mondo”: una giornata di eventi, appuntamenti ufficiali, musica e poi la notte bianca


MATERA – Una lunga giornata coinvolgendo le scuole, le associazioni sportive, facendo musica in piazza fino a notte fonda. Sarà questa l’ultima giornata di Matera Capitale europea della cultura nel 2019 che si concentrerà con 5500 persone a Cava del Sole, posti già completati, nel corso della serata di oggi a partire dalle 19.19. Un’ora o poco più di interventi istituzionali e poi lo spettacolo conclusivo con i tanti artisti invitati sotto il coordinamento di Manuel Agnelli. Ma la giornata odierna sarà anche quella dei bilanci, con un simbolico cda che determinerà ciò che si è fatto e metterà un punto esclamativo sull’avventura di Matera e con i numeri di un anno intenso per la città. In più ancora una presenza ad alto livello europeo con il presidente del Parlamento europeo David Sassoli e i ministri Franceschini e Provenzano. Insomma Matera conferma l’attenzione a mille che l’ha caratterizzata in questi dodici mesi.   All’interno della  festa lunga tutto il giorno,  che chiude l’anno  sono coinvolti cittadini, scuole e associazioni, che culmina con il concerto “Open future, Together” in programma alla Cava del Sole e con una Notte Bianca nel centro cittadino.
La Notte Bianca arricchisce la serata “Open Future Togheter!”, in programma alle ore 20.30, con Manuel Agnelli e Afterhours, Carmen Consoli, Daniele Silvestri e altri ospiti (LEGGI IL PROGRAMMA).  

L’Apt Basilicata aprirà l’Open Space di Palazzo dell’Annunziata per proiettare video promozionali sui Comuni lucani e per altre iniziative di intrattenimento.
L’intera giornata“non intende solo concludere un percorso ma aprirne uno nuovo, anche in virtù dei brillanti risultati ottenuti”. E già in programma, il 19 gennaio 2020, a distanza di un anno dalla cerimonia di apertura di Matera 2019, una giornata in cui rilanciare le attività future, a partire dalle scuole di tutta la regione.
 Matera prova a proiettarsi anche nel futuro, facendo tesoro di quello che ha raccolto in questo 2019 e provando anche ad individuare ciò che potrà essere poi nei prossimi mesi. Perchè il vero interrogativo che da domani diventerà di stringente attualità sarà proprio quello del futuro.
Oggi invece ci sarà tempo per concludere un lungo anno di eventi, appuntamenti, momenti che hanno visto la città al centro dell’attenzione nazionale. Un patrimonio che Matera dovrà riuscire a difendere anche in futuro. Per provare a ripartire proprio da questo.

IL NOSTRO PAGELLONE: PROMOSSI E BOCCIATI IN UN ANNO DA RICORDARE (opens in a new tab)”>LEGGI > IL NOSTRO PAGELLONE: PROMOSSI E BOCCIATI IN UN ANNO DA RICORDARE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares