Salta al contenuto principale

Congresso Pd, Purtusiello scavalca Polese sul web SCEGLI IL TUO SEGRETARIO

Basilicata
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
I tre candidati alla segreteria regionale del Pd: da sin. Polese, Purtusiello e Santarsiero
Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

POTENZA – Il 3 dicembre, a due anni dalla morte del segretario Antonio Luongo, il Pd Basilicata sceglierà il suo nuovo leader. In corsa ci sono Mario Polese, Vittoria Purtusiello e Vito Santarsiero. Il Quotidiano del Sud, in attesa del voto “ufficiale”, dalla sera del 31 ottobre scorso sta chiedendo ai suoi lettori di esprimere una preferenza sia votando alla consultazione online [VOTA QUI] sia votando attraverso la consultazione predisposta nell'edizione cartacea ogni giorno in edicola (si deve ritagliare il coupon in prima pagina e spedirlo o consegnarlo in una delle nostre redazioni a Potenza e Matera). La durata dell’iniziativa è di un mese, e le regole non consentono “duplicazioni” delle preferenze tanto sul sito quanto tramite coupon (non saranno accettate le fotocopie).

> I TRE CANDIDATI ALLA SEGRETERIA 

 Ieri sera, al momento di andare in stampa, avevano votato  in 1653: il 47% delle preferenze (775 voti) era per la Purtusiello, incalzata a 5 punti da Polese (690) mentre per Santarsiero il restante 11% (188 voti). È bene ricordare che non si tratta di un sondaggio ma di una consultazione tra i nostri lettori, come quella che esattamente un anno fa aveva indicato proprio in Mario Polese la figura scelta per ricoprire la carica di segretario regionale del Partito democratico (per lui 852 voti, pari al 36%).

 LA CAMPAGNA REFERENDARIA (REALE E VIRTUALE) Ma oltre che sul web – dove la sfida promossa sul nostro sito sta animando il dibattito sui social – la marcia di avvicinamento alla prima domenica di dicembre prevede, naturalmente, una campagna referendaria sul territorio. Polese ha avviato l’altro ieri, a Francavilla in Sinni, il suo tour che ieri ha toccato Venosa: l’hashtag scelto è #comunitàdemocratiche. Ma anche Santarsiero si dimostra molto presente su facebook: ieri – accanto alla dichiarazione in cui esprime «rispetto e rammarico» per la scelta di Luigi Bradascio di dimettersi da consigliere regionale – ha parlato di «un gran risultato dell’azione congiunta tra Azienda, sindacati, Regione, Comune» a proposito della vertenza di Avigliano, dopo aver spiegato che «lo scopo della mia candidatura è quello di costruire un ponte con la società, fondato sul confronto e sul dialogo. Il congresso regionale è un'occasione per aprire il più ampio dibattito sia all’interno del partito che con la comunità civile, sulle questioni politiche e sociali del nostro territorio». Insiste con il #mariorispondi invece Purtusiello, che ha invitato Polese a un incontro pubblico: «Ancora nessuna risposta – scriveva ieri sui social –. Ma noi insistiamo e non rinunciamo al confronto. Giovedì (stamattina in Regione) in conferenza stampa presentiamo le 3 proposte di legge che rappresentano l'ossatura del nostro #secondopunto una nuova democrazia regionale. Diamo centralità al ruolo delle Autonomie e costruiamo strumenti di partecipazione democratica. Cittadini e imprese hanno bisogno di una macchina amministrativa più efficiente, trasparente e meno costosa. #riscatto». 

 Il dibattito continua, la nostra consultazione pure. La prossima scadenza è la presentazione delle liste, fissata per venerdì 24 dopo l’ipotesi – poi scartata – di anticiparla di una settimana.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?