Salta al contenuto principale

Elezioni 2018, i lucani scelgono i loro 13 rappresentanti

Basilicata
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Tessera elettorale
Tempo di lettura: 
3 minuti 11 secondi

POTENZA – In Basilicata si sono regolarmente insediati i 681 seggi allestiti per le elezioni politiche di oggi: in totale, in Basilicata, gli aventi diritto al voto sono circa 462mila per la Camera (304mila nel Potentino e 158mila nel Materano) e circa 423mila per il Senato (278mila nel Potentino e 145mila nel Materano): saranno eletti sette senatori e sei deputati. Si vota dalle 7 alle 23.

Confinata da un «peso» elettorale che non le consegna certo il destino di ago della bilancia nazionale, la Basilicata che parteciperà alle Politiche va alle urne per anticipare qualcosa - se non tanto - sul suo futuro politico, cioè su chi governerà la Regione dal prossimo autunno, quando i lucani torneranno al voto. Da sempre incontrastato feudo prima democristiano e poi del Pd, passando per l’Ulivo, la Basilicata si troverà oggi forse per la prima volta nella sua storia politica davanti a un bivio: questa forza storica uscirà confermata dal voto o subirà un qualche ridimensionamento? E ad opera di chi? La prima risposta è quasi del tutto legata alla quantità di voti che raccoglierà il Movimento 5 stelle. Alle passate elezioni, i grillini elessero in Basilicata due parlamentari su 13: è evidente che se quel successo fosse stavolta ancora più netto, si potrebbe immaginare uno scenario diverso dal solito quando si voterà per le Regionali. E gli elementi per sostenerlo non sono basati sul nulla: l’inchiesta in cui è indagato il principale candidato pentastellato in Basilicata non sembra aver inciso profondamente sul consenso - espresso o soltanto potenziale - che sembra circondarlo.

C’è un altro elemento da considerare: Potenza e Matera, alle ultime Comunali, hanno eletto sindaci di centrodestra e già quella fu vista come una novità assoluta nel panorama politico lucano. Negli anni, quelle maggioranze sono state «riviste» dagli avvenimenti e dai giochi politici, ma comunque il “significato” di quei voti non può essere scomparso. Fra i candidati di oggi, poi, ve ne sono almeno due - uno nel centrodestra, l’altro nel centrosinistra - che sono visti dai lucani come titolari di una «targa» esattamente opposta a quella che hanno esibito nella campagna elettorale appena finita: uno, «storico» parlamentare berlusconiano (Guido Viceconte), è ora alfiere del centrosinistra; l’altro, fino a pochi mesi fa assessore in una giunta regionale di centrosinistra, è ora candidato di punta del centrodestra (Nicola Benedetto). C’è poi un ulteriore elemento, tutto politico: hanno lasciato il Pd anche in Basilicata per approdare a Leu esponenti di Governo e parlamentari di spicco dotati di un vasto consenso. Quanto peserà questo loro consenso nelle urne? E quanto peserà alle future Regionali? In conclusione, ecco che la giornata del 4 marzo in Basilicata si proietta direttamente sul futuro: la bandiera rossa (prima bianca) da sempre piantata sulla regione potrebbe cambiare colore o quanto meno assumere tinte un po’ diverse, a pochi mesi dal voto alla Regione, e con il voto a Potenza neanche tanto lontano (c’è addirittura chi lo vede vicino).

DI MAIO-CAIATA, LA SFIDA DOMENICALE È ANCHE CALCISTICA (IN CAMPO NEUTRO) Da separati in casa ad avversari nel calcio, ma in campo neutro e per giunta a porte chiuse: ecco il significato di Pomigliano-Potenza (serie D, girone H) la partita in programma oggi alle ore 14.30 che vede «contrapposti» il candidato premier M5s, Luigi Di Maio, e il presidente dei rossoblù, Salvatore Caiata, candidato pentastellato nel capoluogo lucano ma di fatto fuori dal Movimento perché indagato per riciclaggio a Siena. La partita, per colmo di ironia, si giocherà sul campo neutro di San Sebastiano al Vesuvio (Napoli) e a porte chiuse, cioè senza la presenza di tifosi. Durante la campagna elettorale, prima che scoppiasse il caso Caiata, Di Maio nella sua visita a Potenza scambiò alcune battute «da tifoso» proprio con Caiata, dandosi «appuntamento» per il match di oggi pomeriggio. Secondo quanto si è appreso, come al solito, Caiata vivrà la partita del suo Potenza dalla panchina ospite.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?