Salta al contenuto principale

Elezioni 2018, il Movimento 5 Stelle chiede le dimissioni del governatore Marcello Pittella

Basilicata
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Gianni Perrino, consigliere regionale del M5S con Gianni Leggieri
Tempo di lettura: 
1 minuto 43 secondi

POTENZA – “Portiamo a compimento la #PittellExit, diamo un nuovo governo a questa regione. Si respira aria nuova e pulita nella nostra regione. Dopo il 17 aprile 2016 e dopo il 4 dicembre 2017, i lucani hanno mandato un altro messaggio chiarissimo alla classe politica lucana, quella fatta di notabili e politici di professione”.

Lo affermano i consiglieri regionali del Movimento cinque stelle Giovanni Perrino e Gianni Leggieri, per i quali “è stata sancita la #PittellExit (anche se Gianni migra in quel che rimane del feudo di De Luca a Salerno), così come resteranno a casa i vari Bubbico, Viceconte, Folino e Antezza. Tutta gente che in questi anni, decenni, ha monopolizzato il consenso con metodi discutibili, metodi che hanno prodotto risultati pessimi per la nostra regione, contribuendo al suo impoverimento e sottosviluppo”.

“Sette nuovi rappresentanti del M5s – aggiungono - avranno l’onere e l’onore di invertire questa maledetta tendenza e di rinnovare la speranza degli abitanti di questa regione. Questo magnifico risultato pone ad un bivio la maggioranza di governo della nostra regione che, a questo punto, dovrebbe iniziare a preparare i carteggi per andare subito a nuove elezioni. La nostra richiesta è semplicissima: Marcello Pittella, prenda atto della #PittellExit e rassegni le proprie dimissioni”.

“D’altronde – dicono Perrino e Leggieri - è evidente che una tale scelta, oggi, non sarebbe ritenuta necessaria solo dalle forze di opposizione. L’insofferenza verso la giunta è palpabile anche tra le file della stessa maggioranza. Ora bisogna mettersi a lavoro per risolvere le numerose vertenze che attanagliano la nostra regione: riorganizzazione seria del sistema sanitario e dei controlli ambientali, efficientamento della rete dei trasporti e valorizzazione delle ricchezze agricole e culturali del territorio, disintossicazione dalla nefasta 'fossiledipendenza’”.

“In questa legislatura – concludono - ce l’abbiamo messa tutta per imporre un nuovo modo di fare politica all’interno del Consiglio regionale, ponendo sempre al primo posto gli interessi della collettività. Tutti i cittadini onesti e competenti che ripudiano concetti beceri come il clientelismo e che non perseguono meri interessi personali sono invitati a percorrere questa strada assieme a noi. La Basilicata ha bisogno di voi”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?