Salta al contenuto principale

Elezioni regionali il 20 gennaio 2019, ipotesi confermata in Prefettura

Basilicata
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Da sinistra l'assessore Franconi e i prefetti di Potenza e Matera, Cagliostro e Bellomo, durante l'incontro di stamattina in Prefettura
Tempo di lettura: 
1 minuto 25 secondi

POTENZA – Dovrebbe essere stabilita entro il mese di ottobre la data delle elezioni regionali in Basilicata, che, tuttavia, a meno di sorprese, dovrebbe essere fissata per il 20 gennaio 2019, come anticipato un mese fa dal Quotidiano del Sud. Lo si è appreso stamani, nel capoluogo lucano, a margine della sottoscrizione di un’intesa — che ricevuto l’imprimatur del ministero dell’Interno – per la collaborazione tecnico-organizzativa tra la Regione (che per le consultazioni stanzierà circa 1,5 milioni di euro) e le prefetture di Potenza e Matera. Nella Sala Italia della prefettura del capoluogo lucano, l'intesa è stata sottoscritta dai prefetti di Potenza e Matera, Giovanna Cagliostro e Antonella Bellomo, e dal presidente facente funzioni della Regione, Flavia Franconi: in base alla legge Severino il governatore Marcello Pittella (Pd), coinvolto nell’inchiesta sulla sanità lucana, è sospeso dallo scorso 6 luglio.

Franconi ha quindi spiegato che la decisione sulla data delle elezioni sarà ufficialmente presa «dopo la stipula degli accordi con il Viminale per l’elaborazione dei dati informatici e con l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato per le schede elettorali». Dopo la recente approvazione della nuova legge elettorale lucana, per la prima volta, sarà la Regione a organizzare le elezioni, «con la collaborazione essenziale – ha sottolineato Franconi – delle due prefetture». A questo proposito, sarà costituto un Gruppo di lavoro per il coordinamento della macchina organizzativa con dirigenti, funzionari e informatici della Regione e delle due prefetture. Rispondendo alle domande dei giornalisti sulla circostanza che le elezioni potrebbero tenersi domenica 20 gennaio, cioè il giorno dopo l’inaugurazione dell’anno di Matera Capitale europea della Cultura per il 2019, Bellomo ha sottolineato che «ai tavoli organizzativi abbiamo portato il grave disagio a cui andremmo incontro» e che «comunque la decisione è politica e spetta alla Regione».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?