X

I segni sull'asfalto dopo l'incidente di sabato scorso a San Rocco (foto Ufficio Stampa Basilicata)

Tempo di lettura 4 Minuti

POTENZA – «Possiamo prevedere tutti i sistemi preventivi che vogliamo per ridurre il fenomeno. Ma il problema resta: sulle strade di Potenza si corre troppo».
E’ quanto sostiene l’assessore alla Viabilità del Comune capoluogo Giuseppe Pernice che, raggiunto a telefono, è intervenuto sull’ennesimo investimento avvenuto nel rione di San Rocco.
Incidenti che si moltiplicano. Oltre a quello di San Rocco sabato, ce ne sarebbe stato un altro la stessa mattina a Santa Maria in via Lazio.
Da quanto si è appreso infatti, un uomo sarebbe stato investito a Santa Maria. Qui un’autovettura si era fermata per far passare il pedone, ma una macchina che arrivava da dietro l’ha superata, investendo l’ignaro signore. Anche per lui la corsa in ospedale e una prognosi di diversi giorni per una frattura al bacino. Il problema, dunque, non è solo nel rione San Rocco, ma in tutta la città.
«Voglio solo far notare – aggiunge Pernice – che l’episodio di sabato a San Rocco è avvenuto di giorno. Quindi la “scusa” del buio almeno in questo caso non regge. E’ un fatto che in città si corre troppo».
Della questione se n’è parlato nei giorni scorsi nel corso dell’ultimo consiglio comunale.
Il sindaco, rispondendo a un’interrogazione presentata dal consigliere dei Movimento 5 Stelle, Falconeri, ha detto che: «nelle zone di via Cavour e nei pressi di San Rocco a breve saranno installati segnalatori luminosi posti nei pressi degli attraversamenti pedonali. Polizia locale e altre forze dell’ordine stanno effettuando controlli, anche in borghese, riguardo soprattutto rispetto all’uso dei telefoni cellulari mentre si guida. All’interno dei fondi per la realizzazione dei Pums ci consentirà di realizzare aree ciclopedonali, non nell’immediato futuro, ma che consentiranno di beneficiarne pedoni e ciclisti».
Inoltre come ha confermato lo stesso Pernice su alcune arterie (non solo a San Rocco, ma anche in via Ciccotti, a Santa Maria) saranno posizionati dei dissuasori di velocità.
Che a Potenza si corra è testimoniato anche dai dati delle multe elevate sulla Fondovalle Mazzini. Nonostante l’autovelox sia attivo da diversi anni, nel 2019 il numero di media dei verbali era di quasi tre al giorno. Il numero totale è di 933 multe.

L’ULTIMO EPISODIO – Sono da poco passate le 17 di sabato 1° febbraio quando a San Rocco, poco dopo la chiesa, un settantenne è stato investito da un automobilista che era alla guida di una Lancia che proveniva dalla rotatoria ed era diretta verso via Appia. L’uomo soccorso dai sanitari del “Basilicata soccorso” è stato trasportato in codice giallo all’ospedale San Carlo. Avrebbe riportato un trauma cranico e sarebbe stato ricoverato per ulteriori accertamenti. Sul posto so no intervenuti gli agenti della Polizia municipale che hanno effettuato tutti i rilievi per accertare anche la velocità con cui procedeva l’autovettura. Insomma quel punto di San Rocco si riconferma uno dei posti dove negli ultimi mesi si sono registrati numerosi investimenti. Ma quello di ieri pomeriggio non è l’unico pedone investito da un’autovettura. Lo scorso 27 novembre toccò a un uomo di 71 anni ricoverato poi in gravi condizioni al San Carlo. Il 10 novembre stessa sorte era toccata a una mamma con in braccio il suo bambino di un anno furono presi in pieno da un’auto (LEGGI I PRECEDENTI).

Quello di ieri è il secondo episodio che si verifica in una ventina di giorni a dimostrazione di quanto denunciato dai commercianti della zona già all’indomani del 7 dicembre del 2018 quando a San Rocco, dopo la realizzazione della rotatoria, fu istituito il cambio della viabilità.
Da subito quel rondò fu messo sotto accusa per la sua pericolosità soprattutto quando le auto che provengono da via Cavour devono scendere verso via Appia.
Negozianti e residenti della zona continuano a chiedere che vengano installati dissuasori della velocità per evitare il ripetersi di pedoni investiti mentre attraversano la strada.
Ma quello di ieri pomeriggio non è stato l’unico pedone investito.
In mattinata, infatti, intorno alle 10.30 in via Lazio proprio nelle immediate vicinanze della sede della Polizia stradale un uomo, mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali, è stato investito da un’auto guidata da una donna. L’uomo soccorso dal personale del 118 avrebbe riportato fratture al bacino.
Anche via Lazio è un’altra arteria del capoluogo dove si sono verificati altri investimenti.
Ma in città sono tantissimi i casi che si sono registrati. Ultimo in ordine di tempo quello dello scorso 2 dicembre quando un pedone fu travolto da una vettura in viale Marconi dove si trova il sottopassaggio a poca distanza dalla strada che porta alla Stazione centrale.
Nel giro di un paio di mesi sono state investite parecchie persone in vari punti della città. Fortunatamente nessuno è deceduto ma per i pedoni la vita si fa sempre più difficile.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares