X

Tempo di lettura < 1 minuto

CASTELLUCCIO SUPERIORE (POTENZA) – C’è anche un agente di polizia penitenziaria originario di Castelluccio Inferiore, che presta servizio nel carcere Mammagialla di Viterbo e vive a Castelluccio Superiore, tra le tre persone destinatarie di altrettante misure cautelari disposte dal gip di Viterbo. Le ipotesi di reato sono corruzione, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

L’agente, arrestato ieri a Castelluccio Superiore, avrebbe permesso, insieme a un detenuto e alla moglie, che all’interno della struttura penitenziaria entrassero hashish e numerosi telefoni cellulari.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares