X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

CASTELLUCCIO INFERIORE – Per 60 alunni di Castelluccio Inferiore e Superiore, che frequentano la scuola primaria di primo grado, è stato un bell’inizio di anno scolastico nel nuovo Plesso di Castelluccio Inferiore, la cui struttura, dopo la demolizione della precedente, è stata ultima.
Il via alle lezioni è stato dato da Saverio Pagano, ex bidello e oggi 98enne, che, alle ore 8.30 in punto, ha suonato la campanella.


«È un bel regalo, quello che hanno avuto i ragazzi di Castelluccio – ha dichiarato il dirigente scolastico, Nicola Pongitore – dopo un po’ di anni una scuola nuova, con nuove aule, nuovi laboratori, nuove opportunità di crescita».
«La scuola che vogliamo costruire è una scuola accogliente, una scuola inclusiva, una scuola che vuole dare nuove opportunità di crescita ai nostri ragazzi, una scuola attenta ai processi di insegnamento e apprendimento personalizzati, in modo tale che nessuno di loro si senta escluso».


Dopo il taglio del nastro, da parte di Paolo Campanella e Giovanni Ruggiero, rispettivamente, sindaci di Castelluccio Inferiore e Superiore, insieme con il consigliere Regionale Franco Cupparo, c’è stata la benedizione di Don Cristian Costanza. Successivamente si è proceduto in corteo con i ragazzi verso Largo San Nicola, dove è stata scoperta una litografia dedicata a Emanuele Gianturco cui è intitolata la scuola.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA