X
<
>

Condividi:

POTENZA – Chiude il campo di minibasket della piazza dei Comuni. A poco meno di un mese dall’inaugurazione l’amministrazione comunale ha deciso di sostituire i canestri al centro delle polemiche dei giorni scorsi. Il vandalismo non centrerebbe nulla. Semplicemente ci si sarebbe accorti che il materiale con cui erano stati fatti quelli posizionati il mese scorso presenterebbe dei problemi.

Infatti nonostante qualche anima pia aveva installato i canestri dopo che erano stati piegati, la situazione è tornata esattamente come prima. Giova ricordare che i canestri sono stati donati al Comune dall’associazione “Più Sport”. «Sono stati ordinati e dovrebbero arrivare a giorni – ci ha detto il vicesindaco Antonio Vigilante – Sono fatti con un sistema a molla che dovrebbe garantirne la tenuta».

Il membro della giunta di Guarente non si nasconde dietro un dito anche per le polemiche che ne sono nate. «Voglio ricordare che è un campo da mini basket e quindi per ragazzi fino ai 13 anni». E aggiunge: «Se fossero stati usati in maniera più ortodossa sarebbero durati di più» anche se poi ammette: «erano di media qualità». Quelli ordinati con un sistema a molla di ritorno per evitare la piegatura sono stati nuovamente offerti dall’associazione “Più Sport”.

Nei giorni scorsi i canestri erano stati al centro di un’aspra polemica. Il sindaco Mario Guarente vedendo che uno era stato piegato era andato su tutte le furie con parole al vetriolio. «Il vero problema è che in questa città c’è gente che non merita un cazzo! – scrisse in un post su Facebook – E non venitemi a dire che dovrei avere un profilo istituzionale e che non dovrei utilizzare questo linguaggio, ma la rabbia è tanta e agli animali ci si rivolge con il linguaggio che loro comprendono meglio!»

E aggiunse: «A giorni saranno installate le telecamere e, a questo punto, darò mandato agli uffici di provvedere anche ad una recinzione che lo renda inaccessibile di notte. Vi darò la caccia come se foste i peggiori delinquenti del mondo perché, se le vostre famiglie non vi educano al rispetto, è esattamente quello che rischiate di diventare. E la nostra città, la nostra comunità, non lo merita. Siete solo delle bestie, vergognatevi!!!»

Ora non è chiaro se il primo episodio sia riconducibile a un gesto vandalico o semplicemente al materiale usato per i canestri. Resta il fatto che c’è un certo imbarazzo presso il Comune. Nei giorni scorsi il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Marco Falconeri aveva presentato un’interrogazione al sindaco Guarente e all’assessore Guma proprio sul tema.

«Già a pochi giorni dall’inaugurazione – spiega Falconeri in riferimento al Parco – presentava delle criticità con canestri piegati, tabelloni con segni di rottura, attribuite forse frettolosamente ad attività vandaliche. Va invece evidenziato che i campi di basket play ground e le aree fitness dovrebbero avere qualità tali da renderle resistenti nel tempo tenuto conto del fatto che dovrebbero resistere ad urti, sollecitazioni ed alle intemperie anche rigorose del clima in considerazione della loro collocazione in spazi all’aperto. Pertanto ho chiesto al sindaco Mario Guarente ed all’assessore allo Sport Guma se la qualità dei prodotti installati sia adeguata all’uso degli spazi e quali interventi siano previsti per consentire ai fruitori di utilizzare attrezzature di qualità».


Altro tema che riguarda sempre il Parco dei Comuni sono le telecamere. Lo stesso Guarente lo aveva annunciato. «Sono state ordinate – ha ripreso Vigilante – e siamo in attesa che arrivino. Credo che a questo punto se ne parlerà dopo ferragosto».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA