X
<
>

Il sindaco di Montemilone (PZ) Gennaro Mennuti

Tempo di lettura < 1 minuto

Gennaro Mennuti, primo cittadino di Montemilone, non esegue l’ordinanza della Prefettura: «Non è la soluzione dei problemi, significa mettere queste persone in mezzo a una strada e potenzialmente avere anche dei problemi di ordine pubblico»

MONTEMILONE (PZ) – «Emettere un’ordinanza di sgombero» dei migranti dai casolari «non è la soluzione dei problemi: significa mettere queste persone in mezzo a una strada e potenzialmente avere anche dei problemi di ordine pubblico». Lo ha detto, in un’intervista al Gr3, il sindaco di Montemilone (Potenza), Gennaro Mennuti, riferendosi alla richiesta della Prefettura di emanare l’ordinanza di sgombero: «Fino ad ora – ha detto – non l’ho fatto».

Il sindaco ha anche ricordato che «sul nostro territorio comunale sono presenti, ogni anno, ormai da molti anni, dei lavoratori immigrati extracomunitari: un numero consistente – ha evidenziato – oltre un migliaio tra Alto Melfese e Bradano». Una situazione di integrazione che ha seguito i ritmi lenti e naturali, come nel caso di Rotondella, nel Materano.

Rispondendo a una domanda sulla possibilità di integrare i lavoratori migranti, il sindaco ha chiesto che ci sia una «presa in carico collettiva: io credo che – ha sottolineato Mennuti – debba essere coinvolta la Regione Basilicata, che già si sta impegnando ma probabilmente le scelte che sta facendo devono essere verificate sul territorio. E poi l’altro soggetto sono i proprietari dei terreni che assumono queste persone, perché non possono disinteressarsi neanche loro della sorte di questi lavoratori».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares