X
<
>

I mezzi dei vigili del fuoco

Tempo di lettura < 1 minuto

POTENZA – Due escursionisti potentini sono stati salvati a Castelsaraceno, dopo che erano rimasti bloccati, a causa della neve, su una parete rocciosa del monte Alpi durante un’arrampicata.

Le operazioni di ricerca e soccorso, coordinate dal Comando provinciale dei vigili del fuoco di Potenza, sono state condotte in sinergia con gli uomini del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico impiegando anche un bruco delle nevi, in dotazione ai vigili del fuoco, proveniente dalla sede centrale di Potenza. Le operazioni di terra si sono rilevate particolarmente difficili a causa del notevole manto nevoso presente che ha impedito, alle squadre di salvataggio intervenute, le manovre di recupero.

Per agevolare le operazioni di salvataggio dei due alpinisti è stato richiesto l’intervento di un elicottero dell’Aeronautica militare e di un elicottero dei vigili del fuoco. Attorno alle 9.30 i due alpinisti, infreddoliti ma coscienti ed orientati, sono stati tratti in salvo.

Il sindaco di Potenza Mario Guarente, ringrazia il Sindaco di Castelsaraceno Rocco Rosano “per aver coordinato le operazioni di soccorso e seguito ininterrottamente la vicenda dei due escursionisti potentini bloccati sul monte Alpi. Ringrazio anche il Soccorso Alpino e Speleologico di Basilicata e di Calabria, i vigili del fuoco, i carabinieri, gli operatori sanitari del 118 Basilicata Soccorso e tutti coloro che hanno lavorato senza soluzione di continuità, dal momento nel quale è stato richiesto aiuto, nel corso dell’intera nottata e fino al recupero, per aver messo in salvo e riportato a casa i due nostri concittadini”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares