L'interno del MIG Museo Internazionale della Grafica

Tempo di lettura 2 Minuti

CASTRONUOVO SANT’ANDREA (PZ) – Sabato 15 ottobre 2016, dalle ore 10 alle ore 20, a Castronuovo Sant’Andrea, nelle sale del MIG. Museo Internazionale della Grafica – Biblioteca Comunale “Alessandro Appella” – Atelier “Guido Strazza”, per la XII Giornata del Contemporaneo, si inaugura la mostra omaggio ad André Breton, in occasione del cinquantenario della morte. L’esposizione continua il lavoro di informazione iniziato il 20 agosto 2011 con la “Storia della grafica europea del Novecento” e proseguito, nel corso dei mesi, con Degas, Renoir, Bonnard, Matisse, Bernard, Mirò, Dufy, Picasso, Calder, Ben Shann, Secessione di Berlino, Pechstein, Zadkine, Marcoussis, Assadour, Henri Goetz, Gentilini, Strazza, Accardi, Ciarrocchi, Consagra, Melotti, Maccari, Anselmo Bucci, Perilli, Raphaël, Del Pezzo, Mascherini, Bartolini, Marino, Azuma, Guarienti, Richter, Viviani, Arp, Viani. 

Un evento che testimonia come i poli museali del Potentino rappresentino un’eccellenza da sfruttare al meglio anche in vista dell’appuntamento che tutta la Basilicata ha con Matera 2019.

L’omaggio a Breton accoglie disegni, incisioni, libri d’artista, immagini e documenti datati 1924-1966, di artisti quali Mirò, Dalì, Magritte, Ernst, De Chirico, Duchamp, Man Ray, Masson, Tanguy, Delvaux, Arp, Picasso, Matta, Picabia, Giacometti, Brauner, Chagall, Klee, Savinio, Penrose, Tanning, Calder, Fini, Hare, Janco, Toyen, Ubac, Lam, Bellmer, Riopelle, Alechinsky, Baj, Télemaque, Camacho. ovvero di personalità di spicco del Surrealismo teorizzato per quattro decenni dal poeta, saggista e critico d’arte francese, nato a Tinchebray nel 1896 e morto a Parigi nel 1966. La mostra segue quelle dedicate nel 2016 a Richter e ad Arp per ricordare il centenario del Dadaismo che, per Breton, rappresenta il punto di partenza dell’intero suo lavoro. 

La XII Giornata del Contemporaneo, come da tradizione, dovendo guardare a tutti i paesi del Parco del Pollino, sarà arricchita dalla presenza di tre artisti: Salvatore Cuschera (Scarlino, 1958, vive a Londra), Assadour (Beirut 1943, vive a Parigi) e Raffaele Pentasuglia (Matera 1980, vive a Matera), che in Piazza Marconi, in un continuo interscambio con i bambini e gli studenti delle scuole primarie e secondarie, daranno vita a tre attività legate al loro lavoro: rispettivamente, come nasce una scultura, come si incide e si stampa una lastra, come li lavora la cartapesta. 

Tra l’inaugurazione della mostra dedicata a Breton e l’impegno didattico dei tre artisti presenti a Castronuovo, Giuseppe Appella ricorderà Mimmo Rotella (1918-2006) a dieci dalla sua scomparsa. In una saletta del MIG, saranno esposte quattro serilitografie + collage di Rotella, in metropolitana (1980). 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •