X

Tempo di lettura 3 Minuti

La XXIV edizione dell’iniziativa Legambiente premia anche Castelsaraceno, Filiano e Pignola

POTENZA – Buone notizie per la Basilicata sono emerse dalla XXIV edizione “Comuni Ricicloni” di Legambiente, la cui premiazione si è tenuta ieri a Roma. Lo rende noto l’assessore all’Ambiente ed Energia, Francesco Pietrantuono.  «Il Comune di Castelsaraceno – ha evidenziato – si conferma il più virtuoso nella categoria sotto i 10mila abitanti, facendo registrare una percentuale del 75 per cento di raccolta differenziata e 55 kg pro capite in termini di residuo secco. Secondo classificato il Comune di Filiano. Pignola si riconferma il più virtuoso sopra i 10mila abitanti. Importante premio al Comune di Potenza, come migliore start up, passato nel giro di un anno dal 22 al 50 per cento di raccolta differenziata.  Durante la manifestazione – ha aggiunto Pietrantuono – il ministro dell’Ambiente Galletti ha ribadito gli obiettivi di minimizzare il conferimento in discarica sotto il 10 per cento, aumentare la percentuale di raccolta differenziata sopra il 65 per cento e ridurre la quantità di residuo secco pro capite sotto i 75 kg. In Basilicata – ha concluso l’assessore – stiamo facendo passi in avanti. L’approvazione della legge rifiuti e la definizione di un’impiantistica adeguata sono le due tappe che ci consentiranno di dare un’ ulteriore accelerazione». 

RIVELAZIONE POTENZA  Il sindaco Dario De Luca ha partecipato, insieme all’assessore all’Ambiente Rocco Coviello e all’amministratore unico di Acta, Roberto Spera, ai tecnici Michele Telesca, Christian Sassano e Silvio Ascoli, alla premiazione di Potenza quale miglior Start up 2017, nell’ambito della XXIV edizione di ‘Comuni ricloni’ tenutasi a Roma, in concomitanza con il IV Ecoforum Rifiuti. «Ringrazio il Conai e Legambiente che ci sono stati entrambi vicinissimi in questa fase di start up – ha sottolineato il sindaco – così come ringrazio tutte le associazioni ambientaliste che ci hanno consentito di ottenere ottimi risultati, confermati da questo importante riconoscimento. Un ringraziamento che va esteso ai potentini, che stanno supportando adeguatamente il Comune e l’Acta nello sforzo importante che insieme si sta compiendo, per fare del capoluogo di regione lucano una città nella quale il rispetto per l’ambiente e lo sviluppo ecosostenibile, siano sempre meno concetti astratti, entrando a far parte concretamente della vita e delle abitudini di ciascun potentino. Quando ci siamo insediati abbiamo trovato un Comune di Potenza vincolato in maniera spaventosa al sistema dello smaltimento dei rifiuti in discarica con costi inauditi, noi ancora oggi paghiamo poco meno di 300 euro a tonnellata, un costo tra i più alti d’Italia. Grazie alla raccolta differenziata ci stiamo salvando da questo sistema».

De Luca ha poi spiegato che «con l’implementazione della raccolta differenziata siamo riusciti a non aumentare di un euro la tassa per i cittadini e, a regime, il risparmio ottenuto dal minor conferimento auspichiamo possa portare a una riduzione della Tari. Con la Regione Basilicata, e ringrazio l’assessore Francesco Pietrantuono per essere presente qui oggi, stiamo lavorando affinché anche Potenza abbia il suo impianto di compostaggio, per completare il ciclo dei rifiuti a Potenza e nei Comuni limitrofi. Continuiamo a lavorare – ha concluso il sindaco – perché contiamo di raggiungere risultati ancora più importanti, già entro la fine di quest’anno». 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares