Il maestro Pasquale Menchise, nato a Genzano di Lucania (PZ)

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

POTENZA – Tre spettacoli di scena al Théâtre du Châtelet di Parigi per il lucano maestro Pasquale Menchise che dirigerà l’Orchestra e i cantanti della Fondazione Pavarotti nello spettacolo di musica sinfonica e di canto lirico “Belcanto, The Luciano Pavarotti Heritage”: in programma venerdì 14 ottobre 2016, alle ore 20, e sabato 15 ottobre alle ore 15 e alle 20. 

Una produzione raffinata, unica nel suo genere. Molto più che un concerto. Un vero e proprio spettacolo di teatro musicale, ideato e prodotto da Luigi Caiola per Ars Lab Italy, per la regia di Gianfranco Covino e coreografie di Vittorio Biagi. “Belcanto è un viaggio immaginario che prende le mosse dalla Firenze di Lorenzo De’ Medici – sottolinea Menchise, originario di Genzano di Lucania (PZ) – fino ad arrivare alla Londra di Freddie Mercury e dei Queen. Singole arie, brani ricchi di pathos e indimenticabili melodie che appartengono alla memoria collettiva del pubblico di tutto il mondo, arrangiamenti contemporanei e fortemente rispettosi delle orchestrazioni originali, brani strumentali accompagnati da interventi coreografici: sono gli elementi di uno spettacolo intenso ed emozionate che rende omaggio allo stile vocale tipico della tradizione artistica italiana celebrandone il patrimonio artistico-musicale dalle origini del Belcanto nel Rinascimento, passando per Verdi, Puccini, Rossini, Pergolesi e la canzone napoletana, fino ad arrivare ai giorni nostri. Ovunque sia stato proposto – conclude Menchise – l’apprezzamento è stato puntualmente straordinario”. 

Nel 2013 il maestro Menchise ha debuttato alla direzione di “Belcanto” in prima mondiale al New York City Center di Broadway. Poi, a seguire, nei principali teatri di tutta Italia e in tournée in Europa. Quest’anno, dopo il successo già riscosso in Usa, Australia, Corea e Giappone, lo spettacolo sarà nuovamente nei teatri di Francia, Germania e Bulgaria per chiudere l’anno con due date ad Istanbul e proseguire il 2017 con un’intensa programmazione già fissata. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •