X
<
>

La consegna della targa ai due atleti lucani Roberta Tempone e Francesco Miglionico

Tempo di lettura 2 Minuti

Roberta Tempone e Francesco Miglionico: «Noi ci mettiamo tutto l’impegno, la determinazione e l’entusiasmo, a voi il compito di offrirci strutture e risorse per poter ottenere risultati sempre più lusinghieri»

POTENZA – Roberta Tempone e Francesco Miglionico (LEGGI LA SUA STORIA) protagonisti lucani dei campionati italiani indoor para-archery di tiro con l’arco a Suzzara, in Lombardia, sono stati ricevuti ieri mattina dal consigliere regionale del gruppo misto, Aurelio Pace, e dal garante dell’’infanzia della Regione Basilicata, Vincenzo Giuliano.

Una cerimonia di premiazione con la consegna di due targhe agli atleti che è diventata l’occasione per ribadire l’importanza dello sport quale momento di crescita personale e opportunità di confronto. “Una possibilità vera all’educazione e alla cittadinanza – come ribadito dal Garante dell’infanzia e dal consigliere Pace –. I lusinghieri risultati conseguiti nelle gare e la presenza di tante persone accanto a voi in questo momento dimostrano che l’attività sportiva è un eccezionale strumento di inclusione nel contesto sociale. Il vostro successo è il modo più efficace per capire che lo sport diventa una palestra dove apprendere il rispetto di sé e degli altri, la lealtà, l’accettazione della sconfitta e della sana competitività”.

Roberta Tempone e Francesco Miglionico: «Noi ci mettiamo tutto l’impegno, la determinazione e l’entusiasmo, a voi il compito di offrirci strutture e risorse per poter ottenere risultati sempre più lusinghieri»

Una manifestazione che si è arricchita di ancor più valore perché accanto agli atleti vi erano i rappresentanti di diverse Associazioni impegnate quotidianamente a far comprendere come lo sport sia un elemento fondamentale nella vita di tutte le persone, il mezzo che permette di sperimentare a pieno i valori più profondi e significativi dell’esistenza.

Prima della consegna delle targhe ai due atleti visibilmente commossi, un ringraziamento da parte del consigliere Aurelio Pace alle famiglie, sempre in prima fila. “Padri e madri – ha sottolineato – pronti a sostenere i figli nelle attività sportive, a vivere i loro successi e le loro sconfitte, a sostenere e ad entusiasmare. A loro va il ringraziamento di tutti noi per come sanno essere presenti, per come sanno trasmettere il sentimento del coraggio, per come sanno misurarsi con le piccole e grandi questioni con cui i diversamente abili ogni giorno si scontrano”.

Semplici e chiare le richieste dei due atleti alle Istituzioni: “Noi ci mettiamo tutto l’impegno, la determinazione e l’entusiasmo, a voi il compito di offrirci strutture e risorse per poter ottenere risultati sempre più lusinghieri”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares