X
<
>

Domenico Acerenza, campione di nuoto nato a Sasso di Castalda (PZ)

Tempo di lettura < 1 minuto

ACERENZA concede il bis. Sotto i riflettori dello Stadio del Nuoto di Roma si sono svolte ieri le gare del Trofeo Sette Colli, giunto alla cinquantasettesima edizione valevole per i campionati italiani assoluti di nuoto. Alla manifestazione prende parte il campione lucano di Sasso di Castalda Domenico Acerenza che ha colto martedì pomeriggio la medaglia di bronzo nei 400 stile libero. Ieri sera nella splendida location capitolina l’atleta melandrino che da alcuni mesi ha cambiato allenatore passando da Stefano Morini a Fabrizio Antonelli ha gareggiato negli 800 stile libero partendo dalla terza corsia con il tempo di 7’47’’20. Domenico Acerenza ha dovuto fare i conti con i mostri sacri del nuoto azzurro Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti giungendo al terzo posto al termine di una gara brillante e caratterizzata da un buon ritmo.

La vittoria è andata a Gregorio Paltrinieri, autore di una prova straordinaria. Autentico dominatore degli 800 Paltrinieri non ha dato scampo ai suoi rivali. Acerenza ha saputo mantenere alta la concentrazione evitando errori nelle virate. La bracciata del lucano è apparsa fluida e nelle fasi conclusive il talento di Sasso di Castalda ha tentato di avvicinarsi a Gabriele Detti. Paltrinieri ha chiuso in surplace la gara con il tempo di 7’40’27’’, davanti a Gabriele Detti che ha chiuso in 7’46’04, Acerenza, terzo classificato ha terminato la prova in 7’48’74’’.

In serata alle 21:10 terza gara per Domenico impegnato nei 1500 metri stile libero. E si festeggia con un’altra medaglia: stavolta d’argento.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares