Tempo di lettura 3 Minuti

POTENZA – “Basket ed emozioni venerdì 26 maggio al Pala Pergola di Potenza con il triangolare ‘VI Memorial Carlo Perretti”. Il torneo è organizzato per ricordare “Carletto”, lo sfortunato giovane cestista potentino venuto a mancare sei anni fa. Scenderanno in campo – spiegano gli organizzatori in una nota – tre formazioni: l’ormai rodata squadra “Amici di Carlo”, composta da chi ha condiviso con lui esperienze sportive, momenti di vita scolastica e non, il Nuovo Basket Club Potenza, la squadra di Carletto ed il Cus Basket Potenza, rispettivamente finalista e semifinalista nei playoff dell’ultimo campionato regionale di Promozione. Nuovo Basket e Cus si affronteranno alle 16 nel primo incontro del torneo ed a seguire si disputeranno le altre due partite. La formula sarà infatti quella del triangolare con tre partite da 30 minuti l’una con due tempi da 15. Sarà una giornata dedicata allo sport ed all’amicizia, mantenendo vivo, il ricordo di Carlo e la sua passione per il basket. Al termine della manifestazione verranno premiati i ragazzi che nell’arco del torneo si saranno distinti per lealtà, altruismo, impegno e rispetto per gli avversari”. 

E sempre venerdì 26 partirà a Melfi la due giorni dedicata a Mauro Tartaglia: il Toro Club Melfi “Gian Paolo Ormezzano” e la Scuola Calcio Iorio, in collaborazione con il Comitato Regionale della Lnd Figc Basilicata, organizzano nella città federiciana per il 26 e il 27 maggio il 1° Memorial dedicato all’educatore, amministratore pubblico e animatore civile recentemente scomparso.  La manifestazione, patrocinata dal Comune di Melfi, Provincia di Potenza, Coni Basilicata, CR Lnd Figc Basilicata, As Melfi, Torino Fc e Csi,  si aprirà venerdì 26 maggio al Centro culturale “Francesco Saverio Nitti” (vico San Pietro snc) con la presentazione del docufilm “L’ultimo viaggio del Conte Rosso”. Prodotto da Filmika, racconta la storia dei ragazzi che, alle ore 17 del 15 maggio del 1949, riportarono in campo le maglie del Grande Torino estratte dallo schianto di Superga concludendo il campionato dei Campioni d’Italia. Una storia bellissima e struggente della quale parleranno la regista Fabiana Antonioli , l’ex calciatore e allenatore Antonio Giammarinaro (uno dei protagonisti del documentario), il già campione del mondo in Spagna ’82 e attuale capo delegazione della Nazionale U16 Franco Selvaggi, il direttore e il presidente del Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata Giampaolo Muliari (autore del logo del Memorial) e Domenico Beccaria al quale sarà conferito il Premio Giornalistico “Cuore Granata”. La manifestazione, dopo i saluti del sindaco di Melfi Livio Valvano e del presidente della Provincia di Potenza Nicola Valluzzi, sarà introdotta dal presidente del Toro club “G.P.O.” Melfi Gianluca Tartaglia. Presenti anche delegazioni delle scuole calcio del territorio.  E i ragazzi saranno i grandi protagonisti il giorno seguente. Sabato 27 maggio (giorno del compleanno del compianto Mauro) si terrà, dalle ore 15 presso lo stadio “A. Valerio” di Melfi, un Torneo riservato alla categoria Esordienti delle società Atletico Rapolla (settore Giovanile As Melfi), Pro Calcio Rionero, Real Lavello e Santamaria Potenza (affiliata al Torino Fc).  Successivamente sarà la volta di circa 300 ragazzi che saranno impegnati, a seconda della categoria (Piccoli Amici, Primi Calci e Pulcini), in attività di base. Tra di essi anche ragazzi con disabilità cognitiva e relazionale dell’Aias di Melfi e della società Sport Anch’io. Alla presenza, delle istituzioni patrocinanti, degli sponsor e della famiglia di Mauro Tartaglia, la manifestazione si concluderà con la premiazione e una merenda per tutti i partecipanti.  «Mauro Tartaglia è stato una personalità poliedrica che nella sua vita si è occupato anche di educazione, cultura e sport – affermano gli organizzatori –. Lo vogliamo ricordare con questo Memorial fatto di iniziative che toccano questi tre temi partendo da una prospettiva particolare ovvero la sua passione per il calcio e, in particolare, il suo tifo per il Torino. Una manifestazione che proseguirà negli anni per alimentare il ricordo di una persona che si è speso con passione per la propria comunità e, in particolare, per la crescita civile dei giovani ai quali teneva tanto». 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA