X
<
>

La neve sul campo del Viviani

Tempo di lettura < 1 minuto

POTENZA- Non c’erano le condizioni per la regolare disputa di Potenza-Ternana, ma sulla decisione presa alle ore 14,30 dal signor Miele di Nola montano le polemiche della società umbra. Il dg della Ternana, l’ex arbitro internazionale Paolo Tagliavento, ha manifestato il proprio dissenso alla decisione, nella convinzione che ci fosse tutto il tempo necessario per liberare il terreno: “Il Potenza non ha dimostrato grandissima volontà di giocare”.

Più duro invece il presidente Bandecchi che ha commentato: “Non dico quello che penso altrimenti mi radiano”. Il direttore di gara aveva chiesto espressamente al Potenza di liberare le linee di demarcazione, ma effettivamente per dire di no non ha avuto la necessità nemmeno di entrare sul rettangolo di gioco, anche perchè oltre alla neve che continuava a cadere, le previsioni meteo non indicavano alcun miglioramento.

Ma il Comune di Potenza, proprietario dell’impianto, in mattinata, su espressa richiesta della società ha espressamente vietato l’utilizzo di mezzi meccanici per evitare di rovinare il manto in erba sintetica. Comunicazione che il Potenza ha inoltrato via pec per conoscenza alla Lega Pro.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares