Tempo di lettura 4 Minuti

IL BASILIJAZZ, che quest’anno giunge alla sua sesta edizione, è una manifestazione itinerante che, grazie al ricco parterre di artisti che partecipano, propone le esibizioni di importanti figure del jazz internazionale e offre la possibilità a tanti giovani musicisti di relazionarsi con loro, attraverso una serie di Master class.
Craco, Grottole e Metaponto saranno le prossime tappe della tre giorni firmata Basilijazz, che ospiterà per l’occasione il celebre trombettista Stepko Gut e il grande chitarrista Stochello Rosenbreg.
Si comincia domani, nell’incantevole scenario del convento dei frati minori, nel suggestivo borgo antico e disabitato di Craco, dove nel pomeriggio, si potrà partecipare a due Master class, che vedrà impegnati Gut ed Alceste Ayroldi, esperto studioso e appassionato della musica jazz, docente sia di storia della musica moderna e legislazione che di marketing dello spettacolo, scrittore, producer e consulente artistico di numerose realtà culturali e festival del territorio italiano, anche come presidente e componente delle giurie di alcuni concorsi. 
La sua sarà sulla “Oralità e scrittura nel Jazz”. 
“Interpretazione del linguaggio Jazz, approccio ritmico ed uso delle sillabe”, sarà il seminario che avrà per docente il trombettista, erede artistico di Clark Terry, suo maestro.
In serata Stepko Gut si esibirà in quartetto, nell’atrio del monastero. 
Si prosegue giovedì 8 agosto, in Piazza Aldo Moro a Grottole, dove  questo importante musicista sarà lo special guest dell’Attilio Troiano quartet.
 I quattro musicisti saranno, per l’occasione, capitanati da uno dei due direttori artistici del Basilijazz, suoneranno con Gut, icona del jazz targato Serbia, che vanta esperienze importantissime, suonando con i maggiori esponenti del jazz mondiale quali, Lionel Hampton, Mel Lewis, Clifford Jordan, James Moody, Alvin Queen ed altri ancora.
La tre giorni del Basilijazz, si concluderà venerdì 9 agosto, a Metaponto, dove presso il Castello Torre mare, sarà proposta l’esibizione di Stochello Rosenbreg, considerato uno dei più importanti esponenti della chitarra manouche al mondo. 
Tutti i suoi lavori discografici sono un must-have per tutti i cultori del genere. 
Rosenberg sarà presente, come ospite, nel concerto del trio di Salvatore Russo, un chitarrista tarantino, molto bravo, che ormai di consueto organizza dei tour con questo artista internazionale, Tony Miolla e Giuseppe Venezia, direttore artistico del Basilijazz. La degna conclusione di tre giorni di grande musica in tre luoghi suggestivi del materano.

IL BASILIJAZZ, che quest’anno giunge alla sua sesta edizione, è una manifestazione itinerante che, grazie al ricco parterre di artisti che partecipano, propone le esibizioni di importanti figure del jazz internazionale e offre la possibilità a tanti giovani musicisti di relazionarsi con loro, attraverso una serie di Master class.Craco, Grottole e Metaponto saranno le prossime tappe della tre giorni firmata Basilijazz, che ospiterà per l’occasione il celebre trombettista Stepko Gut e il grande chitarrista Stochello Rosenbreg.

Si comincia domani, nell’incantevole scenario del convento dei frati minori, nel suggestivo borgo antico e disabitato di Craco, dove nel pomeriggio, si potrà partecipare a due Master class, che vedrà impegnati Gut ed Alceste Ayroldi, esperto studioso e appassionato della musica jazz, docente sia di storia della musica moderna e legislazione che di marketing dello spettacolo, scrittore, producer e consulente artistico di numerose realtà culturali e festival del territorio italiano, anche come presidente e componente delle giurie di alcuni concorsi. La sua sarà sulla “Oralità e scrittura nel Jazz”. “Interpretazione del linguaggio Jazz, approccio ritmico ed uso delle sillabe”, sarà il seminario che avrà per docente il trombettista, erede artistico di Clark Terry, suo maestro.In serata Stepko Gut si esibirà in quartetto, nell’atrio del monastero. 

Si prosegue giovedì 8 agosto, in Piazza Aldo Moro a Grottole, dove  questo importante musicista sarà lo special guest dell’Attilio Troiano quartet. I quattro musicisti saranno, per l’occasione, capitanati da uno dei due direttori artistici del Basilijazz, suoneranno con Gut, icona del jazz targato Serbia, che vanta esperienze importantissime, suonando con i maggiori esponenti del jazz mondiale quali, Lionel Hampton, Mel Lewis, Clifford Jordan, James Moody, Alvin Queen ed altri ancora.La tre giorni del Basilijazz, si concluderà venerdì 9 agosto, a Metaponto, dove presso il Castello Torre mare, sarà proposta l’esibizione di Stochello Rosenbreg, considerato uno dei più importanti esponenti della chitarra manouche al mondo. Tutti i suoi lavori discografici sono un must-have per tutti i cultori del genere. Rosenberg sarà presente, come ospite, nel concerto del trio di Salvatore Russo, un chitarrista tarantino, molto bravo, che ormai di consueto organizza dei tour con questo artista internazionale, Tony Miolla e Giuseppe Venezia, direttore artistico del Basilijazz. La degna conclusione di tre giorni di grande musica in tre luoghi suggestivi del materano.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •