Salta al contenuto principale

I fanciulli di Sinisgalli
a scuola di creatività

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 59 secondi

PER stimolare la creatività dei bambini, coinvolgendo anche gli adulti, la Fondazione Leonardo Sinisgalli e la Lavieri edizioni presentano “I fanciulli di Sinisgalli a scuola di creatività”, due giornate all’insegna della musica e del disegno, nel nome del poeta ingegnere. Due le location che ospiteranno gli appuntamenti nelle giornate oggi e domani: l’ex Convento di San Domenico, a Montemurro,  e il teatro Pino, a Moliterno.

La prima giornata si svolgerà nel paese natio di Leonardo Sinisgalli, dove la Fondazione ha promosso il progetto di scrittura creativa “S-drammatizzando: libri in scena! Col corpo, col viso e con la voce. Percorsi di narrazione teatrale” destinato alle classi quarta e quinta della Scuola primaria di Montemurro.  A partire da marzo e per tre mesi, gli alunni di queste classi sono stati protagonisti di un percorso laboratoriale di narrazione e teatro, cui si sono affiancati incontri formativi per insegnanti e genitori sul tema dell’educazione delle nuove generazioni.

A conclusione del progetto oggi nell’ex Convento di san Domenico  a Montemurro, gli alunni, i docenti e i genitori coinvolti racconteranno la loro esperienza di laboratorio. Apriranno l’incontro il direttore della Fondazione Sinisgalli, Biagio Russo, il neo sindaco di Montemurro, Senatro Di Leo, il dirigente scolastico Alfredo Petracca. Seguiranno la proiezione di un dvd e una relazione conclusiva sul progetto, a cura della docente Annelisa Vecchione.

Dopo una pausa, alle 18 , andrà in scena lo spettacolo “L’incanto dell’arte tra musiche e disegno” che vede protagonisti l’autore di fumetti Paolo Cossi  e la musicista e artista di strada Maria Norina Liccardo, che con le sue performance a ritmo di fisarmonica recupera il repertorio tradizionale delle ballate popolari, delle canzoni dialettali, dei cult dello swing degli anni '30 e le incornicia in uno scenario fantastico pieno di delicatezza.

I due talenti si uniranno in uno spettacolo che coinvolgerà vista e udito: due forme d’arte, disegno e musica, si incontreranno sulla scena per raccontare de “Il gatto stregato”, una storia di maghe, di gatti e di filtri d’amore, edito da Lavieri. Un’ora di musiche e disegni in diretta, di personaggi che poco a poco si sveleranno, di paesaggi che, dalle parole e dalla musica, si allargheranno all’immagine.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?