Tempo di lettura 2 Minuti

MATERA- Le idee migliori, da sempre, nascono a tavola. Se la tavola poi è quella di “Abbondanza lucana” il successo è   garantito. Angelo Calculli, avvocato ormai sempre più  lanciato nel mondo della produzione culturale, non ha avuto dubbi sul posto giusto per poter parlare di Matera e di cinema con una signora della settima arte: Jo Champa. Modella prima, attrice di successo poi (in Italia ha lavorato con Troisi, Bertolucci, Scola e negli Usa con tutti i più grandi da Johnny Depp a Marlon Brando) e adesso attivissima promotrice del cinema italiano a Hollywood, Jo, appena arrivata, si sente già di casa a Matera. La simbiosi con il luogo, le sue pietre millenarie, la sua atmosfera è immediata. «Dovete assolutamente darmi una t-shirt di Matera 2019 da portare a Los Angeles- dice all’amico Calculli- sono sicura che diventerà capitale della Cultura». Poi, alla tavolata, in corsa, si aggiungono Antonio Andrisani e Vito Cea e Jo non resiste: «Ho visto Sassiwood, è straordinario, vi posso dare un bacio?». Per i due registi un premio migliore persino del Globo d’oro. Insieme a Calculli, la bellissima Jo ha grandi progetti in mente per Matera. «Pensiamo a un film – spiega- in cui Matera finalmente faccia Matera, a una storia che possa avere respiro internazionale. Questa terra, come tutto il nostro Meridione, merita di essere conosciuta di più». E non è una frase di circostanza quella dell’attrice. Nonostante dal ‘91 viva a Bel Air (la sua dirimpettaia è Meg Ryan), non ha affatto dimenticato le sue origini calabresi. Anzi, tra un peperone crusco e un cavatellino con pistacchi e caciocavallo podolico, più volte Jo parla con sincero affetto di Amaroni, il paese in provincia di Catanzaro dov’è nato suo padre. «Ci ritorno spesso e sempre volentieri – confida- mio figlio addirittura vorrebbe venirci a vivere». L’incontro con Calculli? «Nato grazie agli amici comuni Alessandro Haber e Tonino Zangardi – spiega- insieme ai quali stiamo lavorando a questa produzione internazionale che coinvolga Matera». Ma guai a chiedere altri dettagli. Di certo c’è che Calculli, insieme alla sua Cinzia, ai primi di novembre, è pronto a volare a Los Angeles. Sarà qui, molto probabilmente ancora a tavola (ma questa volta da  Jo Champa) che quella che adesso è solo un’idea diventerà un film.

m.agata@luedi.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •