Salta al contenuto principale

La Street art invade la Capitale
Design e colore sul rione Piccianello

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 25 secondi

MATERA - La città si colora con la Urban Street Art. Nella prossima Capitale Europea della Cultura faranno capolino, nei prossimi giorni, i maggiori esponenti dell’arte di strada per eccellenza, con licenza di colorare e ravvivare una zona della città, quella del Mercato del Rione Picianello.
A Matera si avvera la profezia di una nuova foresta urbana per l’arte e l’architettura invisibile del Terzo MIllennio.
«Diventa anche tu protagonista di Urban Street Art, un progetto sviluppato da Momart Site Experience» recita lo slogan degli organizzatori.
Dopo il successo dell’edizione tenutasi nel maggio scorso, e sostenuto dal Baloon Festival, la kermesse che inonda i cieli di Matera di mongolfiere, nel cui calendario è inserito anche l’appuntamento con l’arte di strada, torna un momento di importante condivisione e apertura. L’evento gode inoltre del prezioso supporto della Fondazione Matera 2019. Ecco che così, nella Capitale europea della cultura, durante il secondo weekend di ottobre, arriva lo street-artist berlinese di culto Jim Avignon, per realizzare un murale altamente evocativo sulla facciata del palazzo rosso delle Botteghe, di fronte al mercato di Piccianello.
Gli farà compagnia il mitico Diavù, al secolo David Vecchiato, personaggio di spicco dell’attuale panorama, padre di veri e propri musei a cielo aperto nelle zone più urban di Roma. Diavù è colui che ha portato la street art in televisione e a Matera realizzerà una sua opera su un’altra facciata dello stesso palazzo.
Ma non finisce qui: una serie di artisti italiani e promettenti affiancherà i due big, lavorando su un apposito tema, scelto dal curatore, che sarà: “Con la cultura non si mangia”, in ossequio alle ristrettezze che gli artisti e gli operatori culturali vivono. Il tutto si svolgerà nell’attiguo parcheggio con una serie di attività di supporto. Ci saranno infatti spazi e momento dedicati all’artigianato, ad attività commerciali con materiale per belle arti (con tanto di stand dello spray Montana) e diverse associazioni culturali, le quali animeranno e aiuteranno i bimbi e i ragazzi a realizzare una piccola parte di muro.
Lo spettacolo live aspetta tutti i materani che vorranno godersi un momento di incontro con le arti urbane e di strada, quella voglia di dipingere il mondo sfruttando ogni parete e ogni angolo più scuro delle città. Un’arte che priva veniva tacciata come modo di imbrattare muri e che oggi, dopo diversi anni, si riscopre come nuova forma di espressione per artisti veri e riconosciuti.
Dal 9 ottobre, dalle 10 del mattino fino a sera, sarà la volta di Jim Avignon e Diavù, sul Palazzo delle Botteghe. Il 10, dalle 9 circa e a seguire fino all’11 ottobre sera, all’opera ci saranno anche gli altri artisti invitati, nel parcheggio del mercato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?