X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Il regista lucano Delio Colangelo vince nella sezione cortometraggi del Cinemability
Festival con “Che fine ha fatto l’inciviltà?”. CinemAbility Film Fest è un concorso cinematografico che promuove il dialogo sulle tematiche legate alla disabilità, l’accessibilità della cultura e l’inclusione sociale.

La seconda edizione del concorso ha portato oltre 100 film in concorso, da 21 Paesi del mondo. Nato dalla collaborazione tra Fondazione Time2, Associazione Revejo e Associazione 2gether Onlus, CinemAbility Film Fest  è un festival cinematografico che racconta storie di vita legate alla disabilità e alla ricchezza della diversità.

Mercoledì 7 Luglio 2021 a Bardonecchia (TO) si è svolto l’evento conclusivo di CinemAbility Film Fest 20/21. Alle ore 21:00 in sala Viglione del Palazzo delle Feste vi è stato l’incontro con i protagonisti delle pellicole vincitrici: il lungometraggio “Because of my Body” di Francesco Cannavà e il cortometraggio “Che fine ha fatto l’inciviltà?” del regista lucano Delio Colangelo che vince anche il premio degli studenti dell’IISS Des Ambrois che hanno partecipato al progetto.

Il corto, scritto e diretto dal regista lucano Delio Colangelo e prodotto dalla Eagle Pictures e dalla CSC Production, è già stato selezionato in circa 30 festival ha vinto il Pop Corn Film Festival, il Premio Nickelodeon per il cinema sociale, il Premio Pasinetti, Il Festival Tulipani di Seta Nera, il Clorofilla Film Festival.

Il corto racconta la storia di Guido, un ragazzo disabile che alla fermata dell’autobus si innamora perdutamente di una ragazza. Ma come riuscire a parlarle? Siccome è un timido, è convinto che l’unica opportunità per conoscerla sia quella di affidarsi alla proverbiale mancanza di sensibilità italiana verso la disabilità.

Di fronte a un impedimento, lei dovrà pur aiutarlo. E invece l’amministrazione comunale e i cittadini sono contro di lui, ostentando lungimiranza e senso civico. Per fortuna l’inciviltà arriverà al momento giusto.

Quest’anno, CinemAbility Film Fest  è stato online e i film finalisti sono stati proiettati gratuitamente sulla piattaforma Streeen dal 2 al 6 Giugno. La decisione non è stata semplice, ma di fronte allo scenario incerto dei mesi scorsi si è deciso di optare per la strada più sicura, cercando di evitare assembramenti. Così il festival ha avuto una forma nuova, con risultati inaspettati.

La modalità online ha infatti permesso di fruire i film da qualsiasi parte di Italia e non, realizzando un’altra forma di accessibilità. L’alto numero di visualizzazioni – maggiore del numero di persone che avremmo potuto ospitare fisicamente – ha permesso diffondere più lontano il messaggio del festival.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA