X
<
>

Il Centre Pompidou a Parigi

Condividi:

Giulio Colangelo e Valerio De Bonis in concerto all’Ircam, da quarant’anni punto di riferimento per i ricercatori nel campo della musica e del suono di tutto il mondo

I compositori ed artisti lucani Giulio Colangelo e Valerio De Bonis approdano all’Ircam, lo storico istituto fondato da Pierre Boulez nel 1977 per far coesistere ricerca e creazione musicale. L’Ircam fa parte del Centre Pompidou di Parigi e da quarant’anni è punto di riferimento per compositori e ricercatori nel campo della musica e del suono di tutto il mondo. 

Frank Madlener, direttore dell’Ircam ha invitato i due giovani compositori lucani a presentare la propria performance, [re]BO[u]NDS, all’interno dell’evento Ircam live che si terrà il 18 marzo 2017 nella sala grande del Centre Pompidou. Si tratta di un nuovo importante riconoscimento per Colangelo e De Bonis e per la loro installazione, sviluppata grazie a una residenza artistica presso lo ZKM (Zentrum für Kunst und Medientechnologie) di Karlsruhe in Germania e che è stata performata ed esposta in vari contesti tra cui il Tokyo Experimental Festival. 

[re]BO[u]NDS ~ expanded media è una installazione/performance intermediale; uno spettacolo totale che cerca di raggiungere il fruitore sia dal punto di vista sonoro che visivo. Al centro della sala si sviluppa una struttura verticale composta da tre lunghi cilindri di vetro riempiti d’acqua, poggiati su piedistalli, e in alto dei “dripper” (elettrovalvole comandate che sparano, da una certa altezza, gocce d’acqua). Quando una goccia d’acqua cade all’interno del cilindro, il suono della goccia viene captato ed elaborato in tempo reale da una complessa architettura informatica. Il suono delle gocce viene gradualmente denaturato fino alla sua totale metamorfosi. Al di sotto dei cilindri sono situate piastre di Led che reagiscono al suono delle gocce ed accompagnano le differenti figurazioni musicali.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA