Salta al contenuto principale

Energy Italia 01 Potenza
Girone d'andata chiuso alla grande

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 35 secondi
PARLA legittimamente di una “grande prova di squadra” il direttore sportivo della Virtus Piero Crichigno, nell’analizzare il successo dei suoi ragazzi a Casarano. Senza lasciare neanche un set ai padroni di casa della Filanto (parziali a 23, 18 e ancora 23), la Energy Italia 01 ha chiuso nel migliore dei modi il girone d’andata infilando in terra salentina il quinto successo consecutivo dopo quelli contro Martina Franca, Reggio Calabria, Giarratana e Casandrino. Un risultato che proietta i rossoblu a ridosso della zona play-off, scenario inimmaginabile se solo si pensa a come era iniziata questa stagione. La Virtus occupa infatti ad oggi il sesto posto in classifica, a soli tre punti dalla Pallavolo Messina che è terza, ultima piazza utile per entrare nella griglia degli spareggi promozione.
Una vittoria, quella in terra salentina, più sudata di quanto lascia intuire il 3-0 finale, nonostante Nuzzo e compagni abbiano sempre guidato il match sul piano del punteggio.  Nonostante le partenze dello schiacciatore Parisi e del centrale Trovè, il Casarano si è dimostrato tutt’altro che una squadra in smobilitazione. Il ritorno proprio nell’immediato pre partita dell’opposto Davide Dal Molin (ex di turno), dato in rottura con la società, ha rappresentato il segnale che la Virtus avrebbe trovato di fronte una squadra non al top della forma, ma certamente disposta a vendere cara la pelle. 
“La tensione accumulata nelle settimane precedenti si è fatta comunque sentire - dichiara Crichigno al sito ufficiale www.virtuspotenza.it - spe - specie se penso alla vigilia della sfida contro Casandrino. Il successo di Casarano rappresenta un altro inequivocabile segnale di crescita per questo gruppo. Anche in una partita in cui il nostro migliore attaccante, Luca Nuzzo, è stato leggermente sotto tono rispetto ai suoi standard, i ragazzi hanno portato a casa il risultato facendo leva sulla forza del gruppo. Nell’approccio alla partita, durante la settimana, ho cercato continuamente di alzare l’asticella della concentrazione per i ragazzi, avevo come la sensazione che si sentissero appagati dopo aver battuto la capolista. Ma già nell’allenamento di venerdì ho visto la fame giusta nei loro occhi, quella che ci ha consentito di uscire da un momento difficile e di ritrovare entusiasmo”.  Complice anche la sosta del campionato, che riprenderà nel primo week-end di febbraio, Mario Marolda ha concesso un minimo di riposo in più alla sua truppa. La Virtus tornerà in campo sabato 2 febbraio nella trasferta laziale di Monterotondo.
PARLA legittimamente di una “grande prova di squadra” il direttore sportivo della Virtus Piero Crichigno, nell’analizzare il successo dei suoi ragazzi a Casarano. Senza lasciare neanche un set ai padroni di casa della Filanto (parziali a 23, 18 e ancora 23), la Energy Italia 01 ha chiuso nel migliore dei modi il girone d’andata infilando in terra salentina il quinto successo consecutivo dopo quelli contro Martina Franca, Reggio Calabria, Giarratana e Casandrino. Un risultato che proietta i rossoblu a ridosso della zona play-off, scenario inimmaginabile se solo si pensa a come era iniziata questa stagione. .Una vittoria, quella in terra salentina, più sudata di quanto lascia intuire il 3-0 finale, nonostante Nuzzo e compagni abbiano sempre guidato il match sul piano del punteggio.  “La tensione accumulata nelle settimane precedenti si è fatta sentire - dichiara Crichigno al sito ufficiale www.virtuspotenza.it - specie se penso alla vigilia della sfida contro Casandrino. Il successo di Casarano rappresenta un altro inequivocabile segnale di crescita per questo gruppo. Anche in una partita in cui il nostro migliore attaccante, Luca Nuzzo, è stato leggermente sotto tono rispetto ai suoi standard, i ragazzi hanno portato a casa il risultato facendo leva sulla forza del gruppo. Nell’approccio alla partita, durante la settimana, ho cercato continuamente di alzare l’asticella della concentrazione, avevo come la sensazione che si sentissero appagati dopo aver battuto la capolista. Ma poi  ho visto la fame giusta nei loro occhi, quella che ci ha consentito di uscire da un momento difficile e di ritrovare entusiasmo”.  Per la sosta del campionato, che riprenderà nel primo week-end di febbraio, la Virtus tornerà in campo sabato 2 febbraio nella trasferta laziale di Monterotondo.
twitter @pietroscogna

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?