Salta al contenuto principale

Basilia Sbm, arriva Civitanova
E' il momento giusto per la svolta

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 51 secondi

NON era mai accaduto in questa stagione: tre sconfitte consecutive la squadra di Michele Paternoster non le aveva mai subite. I ko contro Santa Marinella, Bari e Brindisi hanno messo a nudo qualche problema, ma è decisamente impossibile che abbiano potuto cancellare quanto di buono costruito finora. E’ chiaro però che il campionato non può certo attendere e serve quindi una scossa generale per rimettersi in carreggiata e risalire le posizioni nella griglia playoff. L’occasione giusta è proprio dietro l’angolo, perchè domenica (ore 18) a Potenza arriva la FeBa Civitanova Marche, che in classifica ha due punti in più rispetto alle potentine. Corsi e ricorsi storici, si dirà. Nel girone di andata la grande rimonta della Basilia cominciò proprio dal parquet marchigiano con una prestazione eccellente e una vittoria pesantissima. «La chiave per batterle di nuovo sarà alzare i ritmi e correre tanto»: è la ricetta di Ileana Aleo, play della Basilia (tra le migliori a Brindisi con i suoi 17 punti) che ha una chiave di lettura chiara per il momento che sta attraversando la squadra. «A Brindisi abbiamo chiaramente dimostrato di essere sulla strada giusta – commenta – stiamo crescendo fisicamente e rispetto alle prime due partite dopo la sosta natalizia abbiamo fatto molto meglio. Dobbiamo continuare in questo modo e stiamo lavorando proprio per arrivare cariche contro Civitanova». La play catanese sa benissimo che un passaggio a vuoto nella stagione può anche capitare, ma l’ipotetico confronto di valori a distanza con Brindisi – corazzata che vincerà il campionato con anticipo - potrebbe aver dato nuove certezze alla squadra. «All’andata abbiamo perso nei secondi finali, nel ritorno siamo state in partita e perso solo di tre punti. Può essere un buono stimolo sapere di non essere state tanto inferiori a chi vincerà sicuramente il campionato». Insomma, potrebbe essersi materializzata la scintilla giusta per riaccendere un campionato che stava rischiando di svilirsi. E’ chiaro che la benzina sul fuoco la devono mettere le ragazze di Paternoster, in particolare quelle dalle quali è lecito attendersi qualcosa in più rispetto a quanto dato fino ad oggi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?